La delusione di Cristian Brocchi: il suo Monza è ai playoff
La delusione di Cristian Brocchi: il suo Monza è ai playoff

Monza, 10 maggio 2021 - Il Brescia va ai playoff, in A ci va la Salernitana e il Monza si deve accontentare del terzo posto grazie al quale con quattro pareggi sarebbe promossa in massima serie. Il bilancio del pomeriggio dell’U-Power Stadium è tutto racchiuso in questi verdetti, con la squadra di Brocchi che chiude con una sconfitta una regular season di alti e bassi pagando il periodo a cavallo tra marzo e aprile con 5 punti in 6 partite. Rondinelle, invece, che coronano la crescita del girone di ritorno con una fase finale insperata qualche mese fa.

Il pomeriggio brianzolo si apre con il tifo biancorosso ad attendere il pullman della squadra all’esterno dello stadio, la tribuna d’onore è invece teatro di un caloroso abbraccio tra Adriano Galliani e Massimo Cellino, amici di vecchia data ritrovatisi in un pomeriggio ad altissima tensione. Sul campo il Monza parte forte, attacca e costruisce senza tuttavia creare chissà quali pericoli a Joronen, impegnato senza dover mai ricorrere agli straordinari. Il Brescia, dal canto suo, attende le intenzioni avversarie aspettando e ripartendo, con la squadra di Clotet graziata dalla traversa colpita da Frattesi.

Nella ripresa lo spartito si capovolge: Bellusci si fa espellere per doppia ammonizione in meno di un quarto d’ora, da Pescara arriva la notizia del vantaggio Salernitana e il Monza psicologicamente ne risente. Ayé segna il più fortunoso dei gol quando mancano 20 giri d’orologio al triplice fischio deviando involontariamente in porta una conclusione dalla distanza del compagno Jagiello. La risposta monzese arriva un minuto più tardi, ma sempre Frattesi colpisce la seconda traversa personale e di giornata. Neanche l’ingresso di Mario Balotelli è servito a ristabilire la situazione, così Mangraviti la chiude in mischia al minuto 78.

Finisce con il verdetto migliore possibile per le Rondinelle che chiudono al settimo posto e giovedì affronteranno il Cittadella (ore 18), finisce con un pomeriggio amaro il campionato del Monza con Adriano Galliani negli spogliatoi a fine gara a ringraziare la squadra anche a nome del presidente Berlusconi. L’obiettivo del Monza rimane la Serie A, che ora dovrà passare dalla girandola e dalle insidie dei playoff.

IL TABELLINO







 
Risultato primo tempo: 0-0

Monza (3-5-2): Di Gregorio; Bettella, Bellusci, Pirola; Sampirisi, Frattesi (83’ Ricci), Barberis, Colpani (65’ D’Errico), Carlos Augusto (75’ D’Alessandro); Gytkjaer (65’ Diaw), Dany Mota (75’ Balotelli). A disposizione: Sommariva, Donati, Boateng, Scaglia, Barillà, Armellino, Scozzarella. All.: Brocchi.

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Karacic, Cistana, Mangraviti, Martella (72’ Mateju); Bisoli, Van de Looi (72’ Labojko), Ndoj (59’ Jagiello); Bjarnason (80’ Ragusa); Ayé (80’ Pajac), Donnarumma. A disposizione: Andrenacci, Spalek, Semprini, Papetti. All.: Clotet.

Arbitro: Pairetto di Nichelino.

Marcatori: 69’ Ayé, 78’ Mangraviti.

Note: campo in perfette condizioni, partita giocata a porte chiuse. Ammoniti Ndoj e Frattesi. Espulso Bellusci al 61’ per doppia ammonizione. Recupero 0’ pt e 3' st.