Inchiesta su telecamere e velocità

MILANO L’indagine della polizia locale sull’omicidio stradale di viale Umbria si sta concentrando in particolare sulla ricerca di telecamere che possano...

Inchiesta su telecamere e velocità

Inchiesta su telecamere e velocità

L’indagine della polizia locale sull’omicidio stradale di viale Umbria si sta concentrando in particolare sulla ricerca di telecamere che possano aver registrato immagini utili e sulla velocità della Peugeot 208 al momento dell’impatto fatale con la bicicletta elettrica del trentasettenne Ivano Calzighetti, morto sul colpo all’angolo con via Pistrucci. Gli accertamenti investigativi, che puntano a capire chi sia passato con il rosso, si preannunciano particolarmente complicati perché l’incrocio in cui è avvenuto l’incidente mortale non è coperto da occhi elettronici; di conseguenza, gli agenti del Radiomobile hanno passato al setaccio l’intera zona per recuperare filmati che abbiano ripreso anche a distanza il punto in cui i due veicoli si sono scontrati alle 2.30 della notte tra martedì e mercoledì.

I ghisa si concentreranno anche sugli impianti semaforici, che erano attivi a quell’ora: non è escluso che il sistema interno possa restituire dati in grado di chiarire se in quel momento ci fosse il rosso o il verde, anche se non sempre i dispositivi che regolano il passaggio dei veicoli sono dotati di questo meccanismo. Altre verifiche altrettanto importanti verranno effettuate sull’auto per capire a che velocità stesse viaggiando la 208 in viale Umbria: anche con il verde, infatti, il conducente di un’auto, come da giurisprudenza consolidata da diverse sentenze della Cassazione, è tenuto ad avere un comportamento prudente in prossimità degli attraversamenti pedonali.

N.P.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro