La riunione della Commissione
La riunione della Commissione

Melzo (Milano), 2 febbraio 2019 - Un logo inedito da stampare su manifesti, gadget e magliette, un libro commemorativo, una grande Camminata delle Palme in giro per la città, una nuova edizione della mostra del bestiame, le celebrazioni dei 25 anni di gemellaggio con Vilafranca del Penedes: Comitato Fiera ormai con i motori a mille, per la Fiera delle Palme quasi pronto il cartellone dell’edizione numero 400, che si terrà dall’11 al 15 aprile: «Sarà una super fiera. Non di soli quattro giorni, ma di un anno intero». Nuovo ritrovo l’altra sera per il Comitato Fiera in cui militano il sindaco Antonio Fusè, assessori e consiglieri, pro loco, Confcommercio, Consulte e associazioni.

Una squadra rappresentativa «per creare un evento che sarà di tutti». Lo disse già l’anno scorso, il sindaco Antonio Fusè: «Abbiamo l’onore di poter organizzare l’edizione a numero tondo di una manifestazione amatissima«. Ora ribadisce. «Stiamo lavorando a pieno ritmo, c’è già l’ossatura, ma il programma è in via di stesura. Vi sono cose che ancora non posso dire. Ma ci sono già delle novità che si possono comunicare, e delle iniziative, uniche, che riserviamo all’edizione dei 400 anni. Moltissimi». Il logo: «È pronto e ancora top secret. Lo vedrete dappertutto. Stamperemo anche delle magliette, e il primo a indossarle sarò io». La marcia: «È una novità assoluta. Si terrà qualche giorno prima della Fiera, probabilmente il 30 marzo. Non una gara, ma una marcia aperta a tutti, di 5 o 6 chilometri di percorso, per la città di Melzo, alla scoperta e riscoperta di luoghi e bellezze».

Per la Fiera un’edizione numero 400 all’insegna dell’innovazione, ma anche della tradizione. All’agricoltura e alla zootecnia spazi ampliati. Torna la mostra del bestiame. «Mi hanno promesso almeno 150 capi». Il libro-strenna: «A cura di uno storico locale che racconterà 400 anni di Fiera». Energie a profusione. «Sarà un avvenimento da ricordare. Io sono convinto che la Fiera, un momento sentito per i melzesi, sia uno dei fattori simbolo di un rilancio di cui la nostra città ha bisogno». Una ulteriore novità riguarda la durata della festa, che torna a 4 giorni. E il taglio del nastro: quest’anno sarà nel cuore del polo fieristico.