Pendolari rassegnati davanti al monitor della stazione ferroviaria
Pendolari rassegnati davanti al monitor della stazione ferroviaria

Merate (Lecco), 12 dicembre 2019 - La giornata di giovedì è cominciata ancora una volta male per i pendolari brianzoli e lecchesi. Tra i postumi di un guasto sulla rete ferroviaria verificatosi mercoledì pomeriggio tra le stazioni di Porta Garibaldi e di Greco risolto  solo all'alba di oggi, problemi ad un passaggio a livello e un treno in panne, i viaggiatori della Milano - Lecco via Carnate, della besanina Lecco - Molteno - Monza - Milano, della Paderno d'Adda - Milano già interrotta per i lavori in corso al ponte San Michele e della regionale Milano - Lecco - Sondrio - Tirano stanno facendo i conti con ritardi e cancellazioni. I treni che viaggiano regolarmente risultano invece strapieni perché presi d'assalto dai passeggeri rimasti a piedi, che altrimenti rischiano nuovamente di non arrivare per tempo al lavoro o a scuola.

Questa sera a Osnago in sala civica pendolari e sindaci del Meratese e del Casatese hanno convocato una riunione pubblica per parlare proprio dei costi economici ma anche umani che i reiterati disservizi del  trasporto ferroviario regionale stanno provocando da mesi senza soluzione di continuità. È da sei mesi consecutivi infatti che ad esempio gli utenti della S8 maturano il diritto al bonus dello sconto del 30% sul costo degli abbonamenti a titolo di risarcimento per i ritardi cronici. Alla riunione sono stati invitati pure i vertici di Rfi e di Trenord, oltre ai politici del Pirellone.