Acqua alta a Venezia
Acqua alta a Venezia

Milano, 13 novembre 2019 - "Questa mattina ho chiamato i governatori di Veneto e Basilicata, Luca Zaia e Vito Bardi, per esprimere la solidarietà e vicinanza di Regione Lombardia per la drammatica situazione che si sta verificando nei loro territori flagellati dall'ondata di maltempo, in particolare a Venezia e Matera". E' quanto ha scritto sul suo profilo Facebook il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. "Ho inoltre offerto ad entrambi l'aiuto di uomini e mezzi della nostra Protezione Civile - ha aggiuno Fontana - qualora vi fosse la necessità".

Una situazione drammatica a Venezia dopo il picco straordinario di marea da 187 centimetri che ha colpito la città lagunare. I danni in città sono gravi, con gondole e barche strappate dagli ormeggi, tre vaporetti affondati, pontili distrutti. Danneggiata anche la basilica di San Marco dove la cripta è stata sommersa del tutto. E un incendio è scoppiato nel museo di Cà Pesaro per il malfunzionamento della cabina elettrica. Sott'acqua tutto il centro storico. Sono due le persone morte ieri sera a Pellestrina mentre infuriava la mareggiata che ha sommerso la città lagunare. All'anziano di 78 anni, rimasto fulminato mentre cercava di far ripartire le elettropompe nella sua casa allagata, si è aggiunto un secondo abitante dell'isola, trovato deceduto anche lui in casa, probabilmente per cause naturali. A Matera, città della Cultura 2019, le antiche strade si sono trasformate in torrenti in piena con fango e detriti che non hanno risparmiato il rione dei Sassi. Anche sulla costa jonica il vento di scirocco si è abbattuto con particolare violenza e si contano i danni.