Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 giu 2022

Infarto, proteina 'spugna' ripulisce le arterie del cuore: lo studio

Una ricerca dell'Harvard Medical School di Boston. Tra i centri coinvolti nella terapia sperimentale c'è anche l'IRCCS MultiMedica di Sesto San Giovanni

15 giu 2022
Foto: PeopleImages / iStock
Infarto (Foto PeopleImages / iStock)
Foto: PeopleImages / iStock
Infarto (Foto PeopleImages / iStock)

Milano, 15 giugno 2022 - La medicina fa passi da gigante. Per combattere l’infarto e prevenire le ricadute arriva la proteina 'spugna' che pulisce le arterie del cuore. Questo il frutto di uno studio, promosso dall’Harvard Medical School di Boston, che punta a reclutare circa 20.000 soggetti attraverso 1.035 centri in tutto il mondo, pronti a testare la "apolipoproteina apoA-I": una sorta di 'spugna' in grado di assorbire i lipidi con cui viene a contatto, riuscendo a staccarli dalla placca aterosclerotica. Tra i centri coinvolti nella terapia sperimentale c'è anche l'IRCCS MultiMedica di Sesto San Giovanni che ha arruolato la sua prima paziente per il trial 'ApoA-I Event Reducing in Ischemic Syndromes II (AEGIS-II)»'. Il trial clinico - di fase 3, in doppio cieco, randomizzato contro placebo, a gruppi paralleli - testerà l'efficacia e la sicurezza dell'apolipoproteina in pazienti con sindromi coronariche acute, come l'infarto del miocardio. "Nello specifico, l'obiettivo primario del lavoro è osservare se questo trattamento sia in grado di ridurre il rischio di ulteriori eventi cardiovascolari nei primi 90 giorni dopo l'infarto, il periodo di maggior vulnerabilità - sottolinea Roberto Pedretti, direttore del Dipartimento cardiovascolare dell'Irccs, che ha applicato il protocollo di ricerca nella prima paziente arruolata dall'Istituto -. In Italia, infatti, sono circa 130mila i pazienti infartuati ogni anno e il 20% va incontro a un nuovo evento entro 12 mesi". "La signora Giovanna (nome di fantasia) è stata dimessa ed è tornata a casa in ottime condizioni - riferisce Pedretti - Era stata ricoverata per un infarto e, oltre a tutte le consuete cure del caso, è stata la prima paziente a entrare in questo studio sulla apolipoproteina apoA-I, il cui protocollo prevede quattro infusioni endovenose nell'arco di alcune settimane e un follow-up di un anno. Giovanna verrà ora seguita periodicamente dal nostro centro, per monitorare i progressi ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?