Milano - A oggi, 26 luglio 2021, le persone completamente vaccinate in Italia sono 30.119.047, il 55,77 % della popolazione over 12. E sempre a oggi i Green pass scaricati nel nostro Paese sono oltre 33 milioni. Lo conferma il commissario alla gestione della pandemia, Francesco Paolo Figliuolo intervenuto a 'Morning News' su Canale 5.  "E' abbastanza semplice si scarica dal sito del Governo tramite lo Spid, oppure dall'app Io o dall'app Immuni, oppure nelle farmacie di prossimità è un servizio che viene reso gratuitamente dai farmacisti". Il Green pass, lo ricordiamo, si ottiene con la vaccinazione, con la guarigione dal Covid oppure con tamponi negativi. E proprio su questo ci sono delle novità. "Sulla base dell'ultimo decreto approvato, ho avuto il compito dal ministro della Salute di fare un protocollo d'intesa con i farmacisti per avere tamponi a prezzi calmierati. Penso che nel giro di una decina di giorni, anche meno, anche grazie a grande disponibilità del presidente dell'Ordine e delle associazioni di categoria, riusciremo a trovare un prezzo molto conveniente per chi, in attesa del vaccino, deve fare il tampone per accedere al Green pass", ha aggiunto Figliuolo. 

Ecco un riepilogo sullo strumento scelto dall'Unione europea per "garantire" che le persone circolino e si incontrino nelle condizioni di sicurezza migliori possibili.

Green pass, cosa serve per ottenerlo

Il Green pass viene rilasciato dopo la somministrazione della prima dose di vaccino e ha validità dal quindicesimo giorno successivo fino alla data prevista per la somministrazione della seconda dose (nel caso di vaccino a doppia dose). La validità è di nove mesi. Oppure, dopo la guarigione dall'infezione da Sars-CoV-2 (validità 6 mesi). Infine, dopo l'effettuazione di un test molecolare o antigenico rapido con risultato negativo al virus Sars-CoV-2 (con validità 48 ore).

Per scaricarlo, una volta ricevuto il codice via Sms da Min Salute o via mail da Ministero della Salute (noreply.digitalcovidcertificate@sogei.it), si può scaricare il pass dal sito www.dgc.gov.it/web con Spid, Cie o Tessera sanitaria. Oppure basterà aprire l'app Immuni o Io, per scaricarlo direttamente dalla App. 

Per le persone meno avvezze al digitale, venogno in aiuto le farmacie, i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta che, accedendo con le proprie credenziali al Sistema Tessera Sanitaria, potranno recuperare la certificazione verde Covid. Serviranno il codice fiscale e i dati della Tessera sanitaria che dovrai mostrare loro. 

Leggi anche: Green pass, cosa fare se non si ottiene (o si smarrisce) il codice

Quanto dura

La certificazione dura nove mesi in caso di vaccinazione completa, sei mesi in caso di guarigione, 48 ore dopo il tampone negativo. Ma anche sulla durata ci sono perplessità tra gli studiosi: "Questa cosa dei nove mesi è una grossolana sciocchezza. Perché nessuno assolutamente sa se questo è un dato reale oppure no. Se è un discorso per cui si dicesse si prende tempo, poi si vedrà, mi sta bene. Altrimenti è un sciocchezza". Lo ha detto il professor Massimo Galli, direttore del reparto Malattie infettive all'Ospedale Sacco di Milano, ad Agorà Estate di Rai Tre. 

Dove è richiesto

Secondo il decreto legge approvato il 22 luglio, a partire dal 6 agosto sarà richiesto il Green pass nei ristoranti, nei bar e nei locali ma solo per il consumo al tavolo e al chiuso; per partecipare a spettacoli aperti al pubblico, eventi e competizioni sportivi; per entrare nei musei, altri istituti e luoghi della cultura e mostre; per accedere a piscine, centri natatori, palestre, sport di squadra, centri benessere, anche all’interno di strutture ricettive, limitatamente alle attività al chiuso; per prendere parte a sagre e fiere, convegni e congressi; nei centri termali, parchi tematici e di divertimento; nei centri culturali, centri sociali e ricreativi, limitatamente alle attività al chiuso e con esclusione dei centri educativi per l’infanzia, i centri estivi e le relative attività di ristorazione; nelle sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò; per prendere parte a concorsi pubblici.

Il nodo trasporti

Al momento non è previsto che sia richiesto sui mezzi di trasporto, ma durerà poco. Entro il 5 agosto, prima della pausa estiva, il Governo sta pensando di riunirsi per preparare i prossimi interventi, che dovrebbero diventare legge al massimo tra il 15 e il 20 agosto. Non è escluso che venga introdotto l'obbligo di Green pass per treni, aerei e navi a lunga percorrenza entro la fine di agosto e la metà di settembre. L'obbligo era previsto già nell'ultimo decreto ma poi si è deciso di rinviare la decisione alla seconda metà del mese, anche alla luce dei nuovi dati sui contagi. Chi rientra dalle vacanze a fine agosto potrebbe quindi trovarsi a dover esibire il lasciapassare qualora venga estesa l'obbligatorierà ai trasporti. Per quanto riguarda invece la possibilità che il certificato verde venga esteso ai trasporti pubblici cittadini, pesano le enormi difficoltà per effettuare i controlli.

Leggi anche: Green Pass obbligatorio su aerei, navi e treni: gli scenari da fine agosto

Per andare all'estero: chi lo chiede

Per viaggiare nei Paesi dell'Unione europea il Green pass non è obbligatorio ma molto consigliato. In Francia per esempio, per poter entrare nel Paese dall'Italia (classificata come "Paese verde") è possibile non esibire l'esito di un tampone solo se si è già vaccinati con due dosi. I non vaccinati, o parzialmente vaccinati, che abbiano più di 11 anni devono esibire l'esito negativo di un tampone (rapido o molecolare) effettuato meno di 72 ore prima della partenza. Per poter partire alla volta del Portogallo gli over 12 devono presentare un tampone molecolare negativo fatto entro le 72 ore precedenti, un tampone rapido nelle 24 ore precedenti oppure, in alternativa, il Green pass.

Per entare in Grecia, oltre al Passenger locator form, occorre presentare il Green pass europeo oppure il certificato di vaccinazione completa da almeno 14 giorni; un tampone molecolare negativo effettuato entro 72 ore prima; un tampone rapido negativo effettuato entro 48 ore prima; un certificato di guarigione. 

Leggi anche: Green pass, mi serve per andare all'estero? Ecco le regole Paese per Paese