Quotidiano Nazionale logo
18 gen 2022

Covid, l'Oms: "La pandemia non è finita. Nuove varianti dopo Omicron"

Il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della Sanità: "Il virus sta circolando intensamente. Nessun Paese è fuori dai guai"

Milano, 18 gennaio 2022 - La situazione epidemiologica in Italia e nel mondo continua a dividere. In Europa ci sono Paesi come Inghilterra e Spagna pronti a dire addio alla pandemia per entrare in uno scenario di endemia. E anche in Italia diversi esperti affermano che il picco di contagi legati alla variante Omicron è ormai vicino e così grazie anche ai vaccini si potrà avere presto una sorta di immunità di gregge. In pratica ci sarà una fase di convivenza con il Covid.

Covid, cos'è l'endemia? Quando si verifica e le differenze con epidemia e pandemia

Ma a tirare un freno a certi slanci in avanti ci pensa l'Organizzazione mondiale della Sanità. "Questa pandemia non è affatto finita e, con l'incredibile crescita di Omicron a livello globale, è probabile che emergano nuove varianti". Lo ha detto il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel briefing sul Covid da Ginevra.

Omicron 2, spunta la nuova variante Covid: dove, origine e rischi

"Omicron può essere in media meno grave, ma la narrativa che si tratti di una malattia lieve è fuorviante, danneggia la risposta generale alla pandemia e costa più vite", ha aggiunto.

"In alcuni Paesi, i casi di Covid sembrano aver raggiunto il picco, il che fa sperare che il peggio di quest'ultima ondata sia finito, ma nessuno Stato è ancora fuori dai guai", ha avvertito il numero uno dell'Oms. Perché il virus "sta circolando troppo intensamente" e rischia di colpire le "molte persone ancora vulnerabili". Quanto all'impatto di Omicron, ha ricordato il direttore generale, "sta provocando ricoveri e decessi e anche i casi meno gravi stanno inondando le strutture sanitarie. Per molti paesi le prossime settimane saranno critiche, soprattutto per quelli con bassi tassi di vaccinazione".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?