Quotidiano Nazionale logo
16 gen 2022

Covid, cos'è l'endemia? Quando si verifica e le differenze con epidemia e pandemia

Inghilterra e Spagna sono pronte a declassare il virus. In Italia, secondo diversi esperti, sarà uno scenario da valutare con attenzione nei prossimi mesi. Ma cosa cambierà?

featured image
Tamponi Covid (immagine di repertorio)

Milano - "L'idea di Inghilterra e Spagna di declassare il Covid da pandemia a endemia è un'opzione che non potrà non essere valutata. Forse ce lo consentirà questa variante Omicron, che è verosimilmente meno aggressiva della Delta ma in una popolazione vaccinata". E' lo scenario ipotizzato nei giorni scorsi da Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute. Che ha aggiunto: "Questo potrebbe significare convivere con un virus meno cattivo, che determinerà un certo numero di ricoveri e di decessi annui, ma più contenuto rispetto a quelli che abbiamo visto fino ad oggi, quindi con un impatto molto più gestibile e prevenibile".

Omicron dilaga: "Picco vicino". Covid diventerà endemico? Cosa può cambiare

La tesi dell'endemia è sostenuta anche da Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive all'ospedale San Martino di Genova: "Credo che siamo molto vicini al picco di questa nuova ondata di Covid in Italia. In primavera avremo il 95% e forse più degli italiani che avranno una sorta di immunità, cioè saranno protetti chi dal vaccino chi dalla malattia superata. Avremo così una forma di influenza, magari rinforzata". Uno scenario, quindi, di "endemizzazione".

Così dopo epidemia e pandemia, le fasi che hanno caratterizzato questi oltre due anni di emergenza sanitaria, ecco spuntare l'endemia. Ma cosa significa? E quali sono le differenze proprio con epidemia e pandemia?

Epidemia

Secondo l'Istituto superiore di Sanità, con il termine epidemia si intende la manifestazione frequente e localizzata – ma limitata nel tempo – di una malattia infettiva, con una trasmissione diffusa del virus. L’epidemia si verifica quando un soggetto ammalato contagia più di una persona e il numero dei casi di malattia aumenta rapidamente in breve tempo. L’infezione si diffonde, dunque, in una popolazione costituita da un numero sufficiente di soggetti suscettibili.

Pandemia

La pandemia, proclamata dall'Organizzazione mondiale della Sanità a marzo 2020, è la diffusione di una malattia in più continenti o comunque in vaste aree del mondo. L’Oms definisce cinque fasi di una pandemia: in ordine la fase interpandemica, la fase di allerta, la fase pandemica, la fase di transizione prima di ritornare alla fase interandemica. La fase pandemica è caratterizzata da una trasmissione alla maggior parte della popolazione.

Endemia

Una malattia si considera endemica quando l'agente responsabile è stabilmente presente e circola nella popolazione, manifestandosi con un numero di casi più o meno elevato ma uniformemente distribuito nel tempo. Sono ad esempio endemiche in Italia malattie come morbillo, rosolia e varicella.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?