Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
13 giu 2022

Bollettino Covid Italia e Lombardia 13 giugno: contagi, decessi e ricoveri

Il punto quotidiano sull'andamento della pandemia. In Lombardia 1.259 nuovi positivi e 6 morti

13 giu 2022

La vita sta tornando alla normalità pre-covid e fra due giorni, il 15 giugno, ci sarà un ulteriore passaggio con l'abbandono dell'obbligo delle mascherine nei luoghi dove sono ancora tassative, eccezion fatta per i mezzi pubblici per cui si dibatte ancora, ma la variante Omicron 5 desta una certa preoccupazione. I numeri reali, infatti, sarebbero in qualche modo sottostimati. Così almeno sostiene il virologo Fabrizio Pregliasco che apre la settimana con una dichiarazione non proprio rassicurante: "Con Omicron 5 non è una situazione piacevole. Dai e dai, se riaumentano così i contagi poi ci saranno anche i casi gravi, è un attimo". I contagi ora sono intorno ai 25mila al giorno? "Sono sottostimati, saranno almeno 50mila e si può arrivare anche a 100mila". Andiamo dunque a vedere il bollettino quotidiano nazionale lombardo del 13 giugno confrontandolo con quello di 24 ore prima.

Il bollettino Covid del 13 giugno
Il bollettino Covid del 13 giugno

Italia

Sono 10.371 i nuovi casi di positività al Covid-19 (ieri 18.678) e 41 i decessi (ieri 26) registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Il numero risente del minore numero di tamponi effettuati nel fine settimana. Dall'inizio della pandemia i casi totali sono 17.664.043, mentre da febbraio 2020 il totale delle vittime è pari a 167.432. È quanto emerge dal bollettino odierno del ministero della Salute. Compresi quelli molecolari e gli antigenici, i tamponi totali processati sono stati 74.636 (ieri 127.704). Il tasso di positività, ieri pari al 14,6%, oggi scende al 13,9%. Sul fronte del sistema sanitario le terapie intensive sono 10 in più (ieri -10) con 14 ingressi giornalieri, per un totale di 193. Si contano invece 92 pazienti in più (ieri +42) nei reparti ordinari, per un totale di 4.210. 

 

I numeri di ieri, 12 giugno: 18.678 nuovi casi, contro 22.104 di sabato 11 giugno.  Gli attuali positivi 622.214, con un incremento di 1.248 contagiati. Tasso di positività  al 14,6% (+2,8%). I morti  26 a fronte dei 60 registrati sabato. I decessi totali 167.391. Scese le terapie intensive, 10 in meno, in tutto 183, mentre sono saliti i ricoveri ordinari a +42. Da inizio pandemia il totale dei casi è pari a 17.653.375.

Lombardia

I dati lombardi del 13 giugno
I dati lombardi del 13 giugno

A fronte di 10.383 tamponi effettuati, sono 1.259 i nuovi positivi (12,1%). In terapia intensiva sno ricoverate 21 persone (+1), 445 (+17) nei reparti ordinari. Sono 6 i nuovi decessi per un totale complessivo di 40.676. I nuovi casi per provincia: a Milano 492 di cui 294 nel capoluogo; Bergamo: 54; Brescia: 177; Como: 58; Cremona: 44; Lecco: 23; Lodi: 13; Mantova: 24; Monza e Brianza: 126; Pavia: 96; Sondrio: 6; Varese: 58.

Le altre regioni

 Con 1.700 contagi il Lazio è la regione con il maggior numero di casi odierni. Seguono l'Emilia-Romagna (+1.265), la Lombardia (+1.259), la Campania (+986) e la Sicilia (+757).

Veneto:  sono 18.678 i nuovi casi di Covid registrati oggi, contro i 22.104 di ieri. Gli attuali positivi sono 622.214, con un incremento di 1.248 contagiati. È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute. I tamponi processati sono 127.704 (ieri 187.235) con il tasso di positività che sale al 14,6% (+2,8%). I morti sono 26 a fronte dei 60 registrati ieri. I decessi totali sono 167.391. Scendono le terapie intensive, 10 in meno, in tutto 183, mentre salgono i ricoveri ordinari a +42. Da inizio pandemia il totale dei casi è pari a 17.653.375.

Friuli Venezia Giulia: oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati registrati 121 nuovi contagi al Covid 19. Nel dettaglio, su 940 tamponi molecolari sono stati rilevati 24 nuovi contagi, mentre su 582 test rapidi antigenici realizzati sono emersi 97 casi. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 3 mentre i pazienti ospedalizzati in altri reparti sono 91. Lo rende noto la Direzione centrale salute della Regione Fvg nel bollettino quotidiano. Oggi non si registrano decessi. Il numero complessivo delle persone decedute dall'inizio della pandemia e' 5.129, mentre dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 383.097 persone.

Provincia Autonoma Bolzano: in Alto Adige sono 91 i nuovi casi di Covid-19 su 603 tamponi processati nella giornata di ieri domenica. Su 182 tamponi molecolari, solo 11 sono risultati positivi. In provincia di Bolzano nessuna persona e' deceduta nell'ultima settimana per un totale che resta di 1.482 vittime da inizio pandemia. In forte crescita i pazienti covid ricoverati nei normali reparti che dai 37 di sabato scorso sono saliti agli odierni 47. In terapia intensiva e' ricoverato un solo paziente. Su 321.695 persone sottoposte a tampone molecolare, 220.327 sono risultate positive.

Lazio: oggi nel Lazio su 3.024 tamponi molecolari e 9.884 tamponi antigenici per un totale di 12.908 tamponi, si registrano 1.700 nuovi casi positivi (-1.000), sono 4 i decessi (+2), 472 i ricoverati (+18), 2o le terapie intensive ( = ) e +2.039 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 13,1%. I casi a Roma città sono a quota 1.205.

Marche: nelle ultime 24 ore sono stati individuati nelle Marche 230 casi di Covid-19, con soli 707 tamponi processati. Sono complessivamente 58 (come ieri) i pazienti assistiti negli ospedali e 13 (+8) nei pronto soccorso. Nelle terapie intensive ci sono 4 pazienti (+1) e il tasso di occupazione dei posti letto e' all'1,7%; sono 3 (-1) i pazienti nelle aree di semi intensiva e 50 (-1) i ricoverati nei reparti non intensivi, con l'occupazione dei posti letto in area medica al 5,4%. Registrate due vittime e il bilancio dall'inizio della crisi pandemica e' di 3.922 morti. Lo si apprende dal bollettino quotidiano del Servizio sanitario regionale.

Calabria: in Calabria sono 364 (ieri 353) i contagi da Covid 19 nelle ultime 24 ore, con un tasso di positività che sale dal 14,76% al 18,04%. Due le vittime. Il totale dei decessi da inizio pandemia è 2.635. Negli ospedali - nel saldo tra ingressi ed uscite - ci sono 5 ricoverati in meno in area medica (154) mentre restano stabili a 3 quelli in terapia intensiva. I casi attivi sono 31.540 (-24), gli isolati a domicilio 31.383 (-19) ed i nuovi guariti 386. I dati sono comunicati dai Dipartimenti di Prevenzione delle Asp della Regione Calabria. Ad oggi il totale dei tamponi eseguiti è di 3.164.008 con 396.362 positivi.

Quadro di stabilità

È stabile al 2%, nelle 24 ore in Italia, la percentuale di terapie intensive occupate da parte di pazienti con Covid-19 (esattamente un anno fa era al 7%). Così come è ferma al 6%, dopo il calo dei giorni scorsi, l'occupazione dei posti nei reparti ospedalieri di area non criticà (anche un anno fa segnava il 6%). È un quadro di sostanziale stabilità con poche variazioni regionali, quello che emerge dai dati dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) del 12 giugno 2022, pubblicati oggi.

In 24 ore, la percentuale di posti nei reparti ospedalieri di area medica o non criticà occupata da parte di pazienti con Covid-19 cala in Liguria (1%) e cresce in Basilicata (12%), Marche (6%), Valle d'Aosta (11%). È, invece, stabile in 17 regioni o province autonome: Abruzzo (al 10%), Calabria (16%), Campania (7%), Emilia Romagna (7%), Friuli Venezia Giulia (6%), Lazio (7%), Lombardia (4%), Molise (3%), Pa Bolzano (7%), Pa Trento (5%), Piemonte (4%), Puglia (8%), Sardegna (6%), Sicilia (15%), Toscana (4%), Umbria (14%) e Veneto (3%).

Nello stesso arco di tempo, l'occupazione dei posti nelle terapie intensive cala in Piemonte (1%), Puglia (2%), Umbria (1%), mentre risulta stabile in 18 regioni o province autonome: Abruzzo (al 1%), Basilicata (1%), Calabria (2%), Campania (2%), Emilia Romagna (3%), Friuli Venezia Giulia (2%), Lazio (3%), Liguria (9%), Lombardia (1%), Marche (1%), Molise (5%) Pa Bolzano (1%), Pa Trento (1%), Sardegna (3%), Sicilia (3%), Toscana (2%), Valle d'Aosta (8%) e Veneto (1%).

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?