Venezia-Cremonese
Venezia-Cremonese

Cremona, 17 marzo 2019 - La delicata sfida con il pericolante Venezia si chiude con un pareggio che mantiene la Cremonese a portata di mano della zona calda della graduatoria. La formazione di Massimo Rastelli conquista un risultato positivo che respinge l’assalto dei lagunari, ma rimanda ancora una volta il sospirato appuntamento con la vittoria lontano dallo “Zini”. Nonostante l’importanza della posta in palio e la voglia di ben figurare davanti al proprio pubblico dei lagunari, la squadra grigiorossa parte con buona autorità. Dopo un angolo rimasto senza esito guadagnato da Mogos, la prima conclusione a rete è di marca ospite con Castagnetti che al 7’ cerca la sventola dalla distanza, ma la sfera si perde sul fondo. Il primo spunto dei padroni di casa giunge all’11’ con Vrioni che chiama l’attento Agazzi ad una non facile deviazione in angolo. Le due contendenti stentano a trovare gli spazi desiderati e così Piccolo al 19’ è costretto a tentare ancora una volta il tiro dalla distanza, ma Vicario non viene chiamato in causa. Con il passare dei minuti il ritmo della partita cala gradualmente e il pubblico del “Penzo” deve attendere per assistere a nuove emozioni.

La formazione di mister Rastelli cerca di colpire con veloci ripartenze, mentre sul fronte opposto è Vrioni il terminale offensivo più attivo in casa arancioneroverde. Al 30’, però, l’equilibrio si infrange e l’avanzato Del Fabro, di testa, trasforma una punizione di Piccolo nel vantaggio che cambia il copione della gara. Solo 60” più tardi Vrioni sciupa l’immediato pareggio in seguito ad un’incomprensione tra Claiton e Terranova. Il centrale ex Frosinone è protagonista da brivido anche 3’ più tardi, quando per anticipare gli attaccanti veneti su un cross dalla destra manda la sfera ad incocciare la traversa. Il Venezia insiste nella propria rincorsa e al 44’ l’arbitro punisce una scivolata di Renzetti su Lombardi con un calcio di rigore che, nonostante le proteste degli ospiti, Citro trasforma nell’1-1 che accompagna al riposo le due contendenti. Nel secondo tempo la prima azione degna di nota è ancora di marca grigiorossa, con Piccolo che impegna la difesa locale al 3’, ripetendosi 2’ più tardi con un guizzo che costringe Vicario ad una tempestiva uscita. Dopo un botta e risposta tra Lombardi e Piccolo rimasto senza esito, al 16’ lo stesso trequartista cremonese va ancora al tiro pericolosamente, ma Vicario non si lascia sorprendere.

Al 20’ il Venezia va vicino al vantaggio, ma Citro e Vrioni non riescono a trovare il giusto impatto con il pallone nell’area grigiorossa. Scampato il pericolo, gli ospiti rispondono al 28’ con un colpo di testa di Mogos che sorvola la traversa. Nel finale la squadra di Cosmi cerca di aumentare la propria pressione, ma tocca a Montalto rendersi pericoloso al 41’ con una sventola che si perde di poco a lato. Il punteggio rimane così immutato sino al triplice fischio del direttore di gara che sancisce un pareggio che rimanda ancora una volta il ritorno alla vittoria in trasferta dei grigiorossi, ma, in ogni caso, offre loro un punto che li mantiene a distanza di sicurezza dalla zona play out.


VENEZIA-CREMONESE 1-1 

Venezia (3-5-2): Vicario 6,5; Coppolaro 6,5, Modolo 6,5, Fornasier 6 (19’ st Mazan 6); Lombardi 7, Segre 6, Bentivoglio 6, Pinato 6 (33’ st St Clair sv), Bruscagin 6; Citro 6,5 (25’ st Di Mariano 6), Vrioni 6. A disposizione: Facchin; Lezzerini; Zennaro; Schiavone; Cernuto; Zampano. All: Serse Cosmi 6.
Cremonese (3-5-2): Agazzi 6,5; Del Fabro 6,5, Claiton 6, Terranova 6; Mogos 6,5, Arini 6, Castagnetti 6,5, Soddimo 6 (42’ st Croce sv), Renzetti 6; Piccolo 6,5 (33’ st Carretta sv), Montalto 6. A disposizione: Ravaglia; Volpe; Rondanini; Migliore; Emmers; Strizzolo; Boultam; Poledri. All: Massimo Rastelli 6.
Arbitro: Valerio Marini della sezione di Roma 1, voto 6.
Reti: 30’ pt Del Fabro; 45’ pt Citro (rig.).
Note: ammoniti: Vrioni; Segre; St Clair – angoli: 3-3 – recupero: 0 e 4’