Quotidiano Nazionale logo
25 apr 2022

Corini: "Bottino pieno, senza pensare alle altre"

Il tecnico delle rondinelle ha le idee chiare: "La Spal ha giocatori di qualità, non dobbiamo snobbarla"

Una sconfitta casalinga contro la Spal la scorsa stagione risultò fatale a Eugenio Corini, che alla guida del Brescia è determinato a non commettere gli stessi errori di un anno fa, quando sedeva sulla panchina del Lecce. "La nostra filosofia prevede di crederci sempre – spiega l’allenatore delle rondinelle –, passando attraverso quello che possiamo e dobbiamo fare, cioè vincere la nostra partita. La Spal ha oggettivamente qualità: penso a giocatori come Mancosu, Meccariello e Dickmann che conosco bene, oppure Alfonso che qualche anno fa fu protagonista con la maglia del Brescia. La nostra attenzione massima: voglio vedere una squadra umile, con un atteggiamento che metta sempre sul ‘chi va là’ senza snobbare l’avversario di turno. C’è grande voglia di fare le cose insieme, abbiamo fatto ottime prestazioni creando le premesse per vincere: due volte ci siamo riusciti e altrettante ci siamo andati vicinissimi. Per prima cosa dobbiamo pensare a fare bottino pieno, altrimenti i risultati degli altri campi non contano nulla.

Sostenere la pressione fa parte dell’essere un giocatore o un allenatore: deve essere qualcosa che spinge a migliorare ulteriormente. Abbiamo un obiettivo grande, e continuo a pensare che possa succedere qualcosa di grande, ma bisogna lavorare con umiltà sui particolari. Spero che i tifosi riempiano sempre di più lo stadio e ci aiutino come accaduto col Parma".

Mister Corini spera di riuscire a recuperare Moreo e Palacio, ma preferisce fare pretattica rimandando ogni valutazione dopo la rifinitura di stamattina. "Non ho stilato la lista dei convocati – commenta il tecnico –, perché c’è ancora un allenamento e ho una serie di situazioni da gestire. Relative ad infortuni ma anche alla condizione fisica, quindi mi prendo il tempo per valutare meglio tutto. Saranno scelte importanti anche per le gare successive a quella con la Spal. Moreo si è allenato, ma va comunque valutato bene. Ho visto bene Palacio, ma bisogna capire il percorso che ha fatto, per condizione atletica e tipo di infortunio: è tra le situazioni che sto valutando. Di solito comunico la formazione titolare ai ragazzi, stavolta no. Giornata spartiacque? Tutte sono state importanti, però questa lo sarà parecchio per capire cosa succederà negli ultimi 180 minuti.

La bellezza di questo campionato è che può succedere qualunque cosa fino alla fine: non bisogna dare nulla per scontato, il Cosenza ha battuto il Benevento, ecco perché continuo a puntare il dito su quello che dobbiamo fare noi".

s. m.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?