Cesano Boscone (Milano), 9 novembre 2017 – Stavano percorrendo via Pasubio, forse alla ricerca di qualche furgone da poter rubare, i due ucraini arrestati dai carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Corsico. I due, accusati di ricettazione, avevano nel bagagliaio della Ford Focus con targa polacca, che a seguito degli accertamenti è risultata rubata, tre kit di accensione per furgoni Vito – tutti asportati recentemente nei dintorni di Corsico – diverse etichette metalliche con numeri di telaio e un disturbatore di frequenze utilizzato per l’apertura dei veicoli.

Non solo, ben nascosti anche arnesi atti allo scasso, coperte, vestiti e cibarie che evidenziavano che i malviventi si trovavano al confine con il vicino quartiere Olmi solo per delinquere. Dalle ricostruzioni i due si aggiravano per il periferico quartiere quando hanno attirato l’attenzione dei carabinieri che, immediatamente hanno fatto scattare l’alt. In manette sono finiti: R.T. classe ’89 e S.T, 31enne, entrambi ucraini e tutti e due rinchiusi nel carcere milanese: dovranno rispondere dell’accusa di ricettazione in concorso e del possesso di radiotrasmittenti tarate sulle frequenze delle forze dell'ordine.