Sesto San Giovanni (Milano), 30 aprile 2017 – A caccia del seggio, anche se in tutta la città ne sono stati allestiti ben nove. Gli elettori del Partito Democratico di Sesto raccontano di una vera caccia al tesoro per poter esprimere il voto oggi, domenica 30 aprile, ed eleggere il segretario del partito. “Ad esempio, per noi della Rondinella, le indicazioni dicono piazza Maria Ausiliatrice. Arrivati lì non abbiamo trovato nessun gazebo, ma un cartello che indica il bar di via Podgora”.

Dove il seggio è allestito nella sala interrata, alla faccia dell’accessibilità e della lotta alle barriere architettoniche. “Ma chi gira in auto il cartellone in piazza neanche lo vede”, fa eco un altro elettore. Si vota nei circoli, all’aperto, negli esercizi pubblici fino alle 20. I punti sono il gazebo di piazza Oldrini, il circolo Pd Torretta che nella mattina ha visto un esercito di anziani in coda, il bar Bistrot di via Podgora, il centro Bulgarelli di via Boccaccio, l’ex circolo di via Gorizia, la sede cittadina del Pd di via Fiorani, il bar Sesto Caffè di via Fermi, il circolo Pd Berlinguer e la sala riunioni della cooperativa Torretta. Tra le “dimenticanze” di molti elettori anche l’obolo. “Non sapevo si dovesse dare un contributo di almeno 2 euro e anche la registrazione sembra più articolata dell’altra volta”.