Sesto San Giovanni (Milano), 16 marzo 2017 - "Le statistiche ci dicono che in ogni scuola c'è un bullo. Venga qui, accanto a me, chi lo è. Nessuno? Ecco, la prima lezione. In realtà i bulli sono poco coraggiosi. Anzi, diciamo che sono proprio dei vigliacchi". L'esperimento provocatorio è dei carabinieri della Compagnia di Sesto San Giovanni che questa mattina, giovedì 16 marzo, hanno tenuto una lezione sul bullismo e sul cyberbullismo alle classi medie alla scuola Santa Caterina di via Cavour.

Gli studenti già da settimane hanno iniziato un percorso dal titolo "Il piacere della legalità", insieme all'associazione "Passo dopo passo insieme". Tra slide e video, il capitano della Compagnia Cosimo Vizzino e il maresciallo della stazione cittadina Massimo Pesce hanno spiegato ai ragazzi quali sono i comportamenti del bullo, come prevenire le conseguenze "di quello che spesso appare come un brutto scherzo e invece può finire in tragedia, anche con la decisione della vittima di uccidersi".

La parola d'ordine diventa "consapevolezza. Per essere correttamente informati su quello che ci sta attorno e per poter scegliere in maniera libera, così da assumere comportamenti che non ci penalizzino. Per questo è importante il concetto di legalità". Altra parola d'ordine, "responsabilità. Perché non è vero che i minori sono esenti dall'assumersela, soprattutto se parliamo di reati. E i reati per il bullismo esitono già. Si chiamano minacce, estorsione, violenza sessuale, atti persecutori, ingiuria, diffamazione e altro ancora".