Sesto San Giovanni (Milano), 9 ottobre 2017 - Due milioni e mezzo per l’Asst Nord Milano, per rendere reparti e corsie più moderne e funzionali, all’avanguardia con le ultime normative. Ad annunciarlo è Regione Lombardia con un piano di ristrutturazioni e adeguamenti che riguarderanno i nosocomi di Sesto e Cinisello. I fondi maggiori vanno all’ospedale di viale Matteotti: 2 milioni sono infatti destinati al completamento, alla messa in sicurezza e all’adeguamento dei sistemi antincendio. «L’investimento prevede la conclusione di tutte le opere previste dal più recente aggiornamento normativo in tema di prevenzione incendi nelle strutture ospedaliere», spiega l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera. All’ospedale Bassini di Cinisello Balsamo adranno invece 500mila euro per la riqualificazione di un’area che aspetta da anni un intervento.

«I nuovi fondi integrano i precedenti 2 milioni stanziati per la realizzazione di una nuova palazzina di uffici – continua Gallera – Questa integrazione consente la realizzazione della nuova sede della direzione dell’Asst, attualmente dislocata in via Castelvetro a Milano, e degli uffici amministrativi». Sarà così possibile la demolizione dell’edificio al rustico e la contestuale costruzione di un nuovo stabile di circa 1.150 metri quadri. La nuova palazzina dovrebbe ospitare una parte degli uffici centrali dell’azienda, mentre la parte restante dovrebbe essere redistribuita nei poli del Bassini e di Sesto. Gli stanziamenti sono stati approvati dal Pirellone con il «Programma regionale straordinario investimenti in sanità».

«In questo modo continuiamo a sostenere l’eccellenza sanitaria lombarda – conlude l’assessore – Sono molto orgoglioso perché nessuna Regione ha mai investito così tante risorse nella sanità. Grazie all’assestamento di bilancio abbiamo assegnato 2,5 milioni all’Asst Nord Milano, risorse destinate all’ammodernamento delle infrastrutture e all’attuazione della riforma sanitaria che si aggiungono ai circa 5 milioni già investiti in questo territorio nel corso del 2017».