Cinisello Balsamo (Milano), 16 luglio 2017 – Per alcuni è la diretta conseguenza della crisi. Per altri è solamente un malcostume che si sta diffondendo in modo sempre più preoccupante. E' il furto di energia elettrica da parte degli occupanti di alloggi, spesso abusivi. Sono addirittura 6 quelli scoperti nella giornata di sabato dai carabinieri di Cinisello Balsamo e di San Donato milanese.
Il primo arresto è avvenuto a Cinisello, nel cuore del multietnico quartiere Crocetta, in viale Romagna 29. I residenti dell'enorme palazzone avevano osservato un sospetto via vai che proseguiva giorno e notte in un appartamento all'ottavo piano dell'edificio. Lo hanno segnato ai carabinieri della stazione di Cinisello che sono intervenuti scoprendo un alloggio occupato abusivamente da quattro brasiliani.

Tutti giovani, tra i 19 e i 31 anni, clandestini, e di professione facevano viados e incontravano i loro clienti direttamente in casa. Dagli accertamenti compiuti dai militari si è scoperto che avevano occupato un alloggio di proprietà di un altro straniero da tempo irreperibile. Avevano collegato il loro impianto elettrico a quello di un contatore condominiale. Sono stati fermati per la presenza in Italia senza permesso di soggiorno e denunciati per furto di energia elettrica. Per tutti è scattata la procedura di espulsione.
A San Donato Milanese due italiani sono stati arrestati. Si tratta di una coppia 28 e 29 anni, ai domiciliari per reati contro il patrimonio. Sono stati controllati dai militari che hanno notato come le luci e alcuni elettrodomestici fossero in funzione nonostante il contatore dell'energia elettrica fosse spento. L'impianto elettrico dell'appartamento era stato collegato ad una vicina centralina condominiale.