Rho (Milano), 16 marzo 2017 - La sua compagna reclutava le ragazze in Romania con la promessa di un lavoro regolare nel nostro Paese. Lui le costringeva a prostituirsi e le picchiava se non guadagnavano abbastanza. Una vera e propria organizzazione criminale di origine romena dedita allo sfruttamento della prostituzione sul territorio di Rho è finita nel mirino del commissariato di Rho-Pero.

Dopo mesi di indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, è stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 30enne romeno, pluripregiudicato, con capi d'accusa gravissimi. Ma l'uomo che probabilmente aveva fiutato di essere nei guai pochi giorni prima che i poliziotti bussassero alla porta dell'appartamento in cui viveva in provincia di Varese è scappato insieme alla compagna, una 38enne romena. Nei suoi confronti ora è stato emesso un mandato di cattura internazionale, mentre le ragazze che sfruttava, quasi tutti 18enni, sono state allontanate dalla strade e accompagnate in un luogo sicuro.