Lissone, 1 ottobre 2016 - Una lissonese ai Mondiali di "Spartan Race" in America, di corsa nel fango, guadando pozze d'acqua e arrampicandosi sopra ostacoli. A tenere alto il nome dell'Italia in questo impegnativo tipo di corsa a ostacoli contro i rappresentanti delle altre nazioni del mondo sarà un'atleta di Lissone.

La 22enne Ilaria Paltrinieri sarà la portacolori del nostro Paese allo Spartan Race World Championship, il Campionato Mondiale di Spartan Race, che si terrà oggi al Lake Tahoe, in California. La giovane brianzola è stata scelta e convocata dal selezionatore della Nazionale Italiana Obstacle Course Race (Ocr), Maurizio Bevolo, grazie agli ottimi risultati conseguiti nel corso dell'ultimo anno.

Per Paltrinieri, infatti, la maglia azzurra è arrivata quale coronamento di 3 stagioni vissute tutte ai vertici della disciplina, con un nono posto a livello europeo e il 15esimo a livello mondiale nella classifica a punti. Nel solo 2016 l'atleta lissonese ha ottenuto il primo posto nelle Spartan Race disputate ad Andorra e Orte, alla Rea Palus Race e alla Winter Spartan Race di Valmorel. Fra 2014 e 2016 Paltrinieri ha conquistato 8 primi posti, 7 secondi posti e 5 terzi posti, arrivando sempre fra le prime 3 a livello europeo. Il circuito di gara predisposto in California per il Mondiale sarà più lungo e più impegnativo dei percorsi europei e metterà quindi a dura prova l'allenamento della 22enne di Lissone.

"Le Spartan Race - racconta Ilaria Paltrinieri - sono un modo nuovo di intendere la corsa. Mi ha incuriosito fin da subito l'alternanza fra la corsa e l'ostacolo da superare, che mette in evidenza le abilità e le capacità di ogni singolo atleta. Sono gare spettacolari, nelle quali si devono superare pozze d'acqua, correre nel fango, portare pesi sulla schiena, arrampicandosi per superare ostacoli verticali". Ribattezzata da qualcuno "angelo del fango", Paltrinieri dal 2014 fa anche parte della Nazionale italiana di Skiroll: lo scorso anno si è classificata settima assoluta a livello mondiale nella classifica di Coppa del Mondo.

Nella vita di tutti i giorni Ilaria lavora come personal trainer in alcune palestre della Brianza, oltre che in quella di famiglia a Lissone. Lo sport è per lei una passione coltivata sin da piccola e che l'ha vista impeganta nello sci di fondo, nella danza, nell'atletica, nel biathlon, nel triathlon, nel duathlon - specialità che unisce corsa e ciclismo - e nello skiroll. "Come sempre - promette l'atleta lissonese, che si dice orgogliosa di rappresentare la Nazionale italiana - cercherò di fare del mio meglio, pur consapevole della straordinaria difficoltà del percorso. Ma l'occasione è davvero straordinaria".