Rodano (Milano), 4 gennaio 2018 - Abolita la tassa sui passi carrabili, quest’anno i cittadini di Rodano non dovranno più pagare per accedere al cancello di casa. «È un segno importante: ricominciamo a credere nel futuro». È positivo il messaggio lanciato ai rodanese dal sindaco Danilo Bruschi, che in questi giorni ha ricostruito le tappe di un anno difficile per la città. La tromba d’aria che ha colpito Rodano a luglio aveva creato uno scossone alle casse comunali, costrette a sborsare in tempi strettissimi 150mila euro per riparare i danni a scuole, strutture sportive e beni pubblici.

Trecento alberi compromessi, tetti delle scuole scoperchiati, lampioni e cartelli stradali divelti dal vento. «Gli investimenti necessari a ripristinare i danni causati dalla tromba d’aria di luglio – spiega il sindaco - ci hanno costretto a deviare dai nostri programmi iniziali, ma nonostante ciò siamo riusciti a portare a compimento diversi interventi di miglioramento infrastrutturale. Due su tutti: la riqualificazione dell’impianto di illuminazione stradale e l’ecuosacco, la cui ripercussione sugli anni futuri sarà tangibile non solo dal punto di vista ambientale, ma anche economico».

Bilancio chiuso nel rispetto del patto di stabilità. «Il bilancio del 2017 è stato molto positivo – continua Bruschi -. I diversi interventi effettuati ci hanno consentito di preparare l’ultimo bilancio comunale con una certa serenità, cioè senza dover studiare strategie di urgenza. Di questo stato di cose abbiamo ritenuto doveroso fare concretamente partecipi i cittadini. Dopo anni in cui si è continuato a chiedere loro sacrifici, abbiamo ritenuto importante restituire almeno un segnale di positività. L’abbiamo fatto con l’abolizione della tassa sui passi carrabili, che dal prossimo anno i cittadini di Rodano non dovranno più pagare. Nutrire la speranza in un futuro più positivo è l’obiettivo più ambizioso che ogni amministrazione pubblica dovrebbe prefiggersi per tutti i suoi cittadini».