Cassina de' Pecchi (Milano), 11 settembre 2016 - Il rave party "anima" la nottata del fine settimana, protesta la cittadinanza. E l'amministrazione assicura: "Nessuna situazione di pericolo". Il rave, per cinquecento ragazzi circa, si è tenuto in un capannone inutilizzato in via Galilei, in piena zona industriale e piuttosto lontano dall'abitato. Nella serata di sabato già molti cittadini avevano segnalato musica alta e la presenza in paese di gruppi di giovani in molti casi poco educati.

Una nottata di proteste e segnalazioni per i residenti. Da parte delle forze dell'ordine monitoraggio stretto, ma nessun intervento. Solo l'uscita di un paio di ambulanze in soccorso a giovani colti da malore.