Mantova, 21 dicembre 2017 - I finanzieri della tenenza di Castiglione delle Stiviere hanno sequestrato un deposito di carburanti, e oltre 26mila litri di gasolio di proprietà di un'azienda di autotrasporti con sede nell`Alto Mantovano. All`azienda, regolarmente autorizzata alla gestione di un impianto di distribuzione carburanti, sarebbe stato consentito il solo rifornimento dei propri automezzi perchè l`autorizzazione prevedeva il divieto di cessione del carburante a terzi, sia a titolo oneroso che gratuito. Le indagini hanno accertato che nello stesso impianto, oltre ai mezzi aziendali, si rifornivano abitualmente anche automezzi di altre imprese di autotrasporto o di persone non autorizzate.

Negli ultimi 4 anni sono stati illecitamente ceduti circa 1.500.000 litri di gasolio e, di questi, circa 450.000 litri utilizzati per il rifornimento di automezzi che non è stato possibile identificare. A seguito di tale illecito, gli enti di
competenza, oltre alle sanzioni amministrative, hanno provveduto a revocare definitivamente le rispettive autorizzazioni per l`esercizio dell`impianto. Sia l`impianto che il gasolio sequestrato, sono stati oggetto di confisca.

Inoltre, le Fiamme Gialle di Castiglione delle Stiviere hanno eseguito specifici controlli fiscali sia nei confronti dell`impresa titolare dell`impianto, sia dei proprietari degli automezzi illecitamente riforniti: così hanno scoperto 4 imprese
evasori totali, cioè sconosciute al Fisco sebbene operanti a tutti gli effetti, e accertato una base imponibile sottratta a tassazione ai fini delle imposte sui redditi per due milioni di euro ed I.V.A. evasa per oltre mezzo milione. La società titolare del deposito ha regolarizzato la propria posizione fiscale avvalendosi del ravvedimento operoso, versando circa 150.000 euro.