Mantova, 30 dicembre 2017 - Macabra scoperta nel Mantovano. La procura di Mantova ha aperto un'inchiesta sul ritrovamento di un borsone con all'interno due teschi di bambino e il femore di una persona adulta. La scoperta è avvenuta giovedì scorso nelle campagna di Medole,  ma la notizia è stata diffusa soltanto oggi.

Secondo un primo esame le ossa risalirebbero ad una quindicina di anni fa. Ad occuparsi del caso è il sostituto procuratore Carmela Sabatelli che sta procedendo per il reato di sottrazione di cadavere e che nei prossimi giorni affiderà l'incarico ad un perito per accertare l'età dei resti, la razza di appartenenza ed eventuali tracce di dna. Ad accorgersi del borsone è stata una giovane che stava portando a spasso il cane. L'animale si è avvicinato al borsone sportivo di recente fabbricazione abbandonato in un fossato. Quando l'ha aperto la giovane si è trovata di fronte a resti umani e non le è restato altro da fare che avvertire i carabinieri.