Mantova, 8 novemre 2017 - Mr Tambourine man torna in Italia dopo tre anni, sceglie Roma, Firenze e Milano ma anche una perla del Rinascimento come Mantova. Ed è per questo che la città dei Gonzaga trova ancora posto nel calendario degli eventi musicali internazionali: è accaduto l’estate scorso con Elton John e Sting, accadrà la prossima primavera con Robert Allen Zimmermann, meglio conosciuto da 50 anni e in tutto il mondo col nome d’arte di Bob Dylan. Il cantautore americano, nei tre anni di assenza dall’Italia, ha fatto molte cose: ha scritto e pubblicato tre album, di cui uno triplo, e vinto un premio Nobel per la Letteratura (tra infinite polemiche ci ha messo mesi a ritirarlo e, quando lo ha fatto, si è venduto il discorso di accettazione su eBay per 2500 dollari). É un tipo così, l’autore di Like a rolling stone e di altre decine di pezzi che ne hanno fatto un mito. E i miti non invecchiano. Dylan l’anno prossimo avrà 76 primavere ma ciò non gli impedirà di suonare e cantare per tre giorni – il 3, 4 e 5 aprile – nella Capitale all’Audiorium Parco della Musica (dove gli è stata riservata la sala Santa Cecilia). Il giorno dopo sarà al Mandela Forum di Firenze. L’8 aprile è fissata la data più inattesa, quella di Mantova: qui Dylan si esibirà al Palabam davanti a 4500 spettatori. Concluderà la settimana italiana di tournée il 9 aprile al teatro degli Arcimboldi di Milano.

Mantova si mobiliterà per dare degna accoglienza a un ospite così celebre e dal carattere imprevedibile. «Il concerto non costerà un euro al Comune _ ha spiegato il sindaco Palazzi _ ma nasce da una collaborazione tra pubblico e privato che sta dando grande visibilità alla città. Oltre e buoni risultati economici». Portato nello storico centro rinascimentale da InsideOut Agencym il cantautore americano sarà al centro di un evento del valore di mezzo milione di euro. I biglietti verranno venduti on line da venerdì prossimo (sui siti ticketone.it o www.dalessandroegalli.com) e costeranno dai 120 euro delle poltronissime ai 40 del secondo anello. Chi riuscirà ad accaparrarseli avrà l’occasione di ascoltare dal vivo l’ultimo lavoro di Dylan, il triplo albul “Triplicate” uscito il 31 marzo di quest’anno. Il disco ne segue altri due firmati dal cantante, “Fallen angels”e “Shadows in the night”, il primo dei quali gli è valso l’ennesima nomination al Grammy Award. Ancora non si sa dove alloggerà il menestrello di Duluth, Minnnesota, e come altre star farà impazzire gli organizzatori coi suoi capricci. Certo l’ex bella addormentata (come era conosciuta Mantova) cercherà di soddisfarli tutti.