Il sindaco Roberto Di Stefano
Il sindaco Roberto Di Stefano

Sesto San Giovanni (Milano), 4 novembre 2019 - Sesto ha ricevuto questa mattina, lunedì 4 novembre, la targa per la candidatura a Città Europea dello Sport 2022. La cerimonia si è tenuta a Roma nel salone d’onore del Coni. “Crediamo molto nella candidatura della nostra città perché lo sport rappresenta per noi un importante veicolo di socialità e aggregazione, oltre al fondamentale aspetto legato al benessere fisico – ha commentato il sindaco Roberto Di Stefano -. Stiamo lavorando molto per dare a Sesto impianti sportivi sicuri e moderni che possano fare della nostra città un punto di riferimento per lo sport di tutta la Lombardia”.

Sono in fase di apertura i cantieri per la riqualificazione delle piscine coperte e della riconversione della piscina scoperta “Carmen Longo” in lido estivo. Inoltre, stanno per partire i lavori per riaccendere le luci al campo di rugby di via Manin, al buio ormai da cinque anni. In estate, la candidatura di Sesto San Giovanni era stata accettata da Aces-Europe. Il Comune ha poi ricevuto la visita ufficiale della commissione per valutare dal vivo le politiche sportive dell’amministrazione. Il dossier della candidatura si componeva dei prossimi interventi sugli impianti comunali (le tre piscine, il centro Falck, il campo Manin) oltre alle manifestazioni in programma. “Se Sesto dovesse ottenere la certificazione di Città Europea dello Sport, oltre a entrare nel prestigioso circuito, sarebbe anche meta di eventi nazionali e internazionali da organizzare e supportare – ha sottolineato Di Stefano -. Abbiamo tutte le carte in regola per ottenere questo importante riconoscimento”. Già oggi Sesto ospita grandi eventi, come la Spring Cup al PalaSesto per il pattinaggio sincronizzato sul ghiaccio e la Ring War per il muay thai.