Sebastian Vettel fra i tifosi
Sebastian Vettel fra i tifosi

Monza, 30 agosto 2018 - "Vettel vinci il mondiale! Vettel vinci il mondiale!". Il campione tedesco della Ferrari si affaccia ai box. E il grido dei tifosi assiepati dietro le transenne piazzate, per contenerne la foga, lungo la corsia box, si alza fortissimo. Inutile dirlo. Aspettavano quasi tutti lui, a caccia di un selfie o di un autografo, i “fortunati” tifosi (titolari di un abbonamento per tribuna o prato per 3 giorni) a cui ieri, fra le 16 e le 18, è stato concesso di accedere alla corsia box per incontrare i piloti della Formula Uno.

C'è Francesca 28 anni, partita da Sciacca, in Sicilia, un giorno fa. Stringe fra le mani una maglia Ferrari. «Ho fatto un viaggio lunghissimo. Sono appassionata di motori. Tifo Ferrari e Vettel. Spero che Seb possa firmarmi la maglia... Sarebbe un sogno», sorride speranzosa. E c’è anche chi fra le mani stringe un casco in scala di Sebastian Vettel nell’attesa che il pilota Ferrari lo renda unico, firmandolo. Non ci sono dubbi. Il numero dei tifosi della Ferrari sovrasta chiunque altro.

Lo si capisce dalla preponderanza del color rosso nella corsia box e dal «tappo» che si viene inevitabilmente a formare davanti al box del Cavallino Rampante, con lo speaker dell’autodromo a sgolarsi chiedendo alla gente di «scorrere e non spingere verso le transenne, è pericoloso».
C’è stata anche una mini invasione di pista. Dall’altra parte del rettilineo qualche tifoso, che non aveva i biglietti necessari per accedere alla pitlane, ha trovato una porticina aperta accanto alle tribune laterali ed è entrato in pista raggiungendo il muretto dei box. Un’invasione di un centinaio di persone prontamente rintuzzata dall’arrivo di due carabinieri che hanno fatto uscire gli “invasori” dal circuito.

Dal box esce anche Kimi Raikkonen. Parte un coro anche per lui. Autografi, selfie. Agli altri piloti restano «le briciole». Complice anche l’assenza di Hamilton, il pilota della Mercedes che contende il mondiale a Vettel, che ieri ha disertato tutti gli appuntamenti ufficiali a causa di un «ineludibile impegno personale», hanno fatto sapere dalla Mercedes. Luis Hamilton è arrivato in Autodromo verso le 18 quando la sessione di autografi e selfie lungo i box era già conclusa. Il campione britannico si è comunque fermato a siglare qualche autografo e a scattare foto con un gruppo di tifosi all’ingresso dei Paddock.

E domani (venerdì 31) si accendono i motori con le prove libere della Formula Uno mentre in centro continuano gli appuntamenti con musica, street food e giochi... tempo permettendo: il meteo infatti per venerdì prevede tanta pioggia.