Le Rondinelle sono decise a fare risultato domani pomeriggio in casa del temibile Parma
Le Rondinelle sono decise a fare risultato domani pomeriggio in casa del temibile Parma

Brescia, 21 dicembre 2019 - Dopo la sconfitta nel recupero di mercoledì con il Sassuolo il Brescia è obbligato ad andare in cerca di punti su un campo difficile come il “Tardini” di Parma. Domani (fischio d’inizio alle 15 del signor Francesco Fourneau di Roma alla quarta partita in serie A) la squadra di Eugenio Corini, attualmente imprigionata al terzultimo posto a -2 da un terzetto di pericolanti composto da Udinese, Sampdoria e Lecce (probabilmente proprio le rivali sulle quali le Rondinelle potranno impostare la loro rincorsa alla salvezza), dovrà dare tutto per conquistare un risultato positivo contro un avversario temibile come gli emiliani, che hanno già fatto vedere non solo di possedere qualità importanti, ma di essere in grado di giocare a testa alta con chiunque. Per cercare di superare un ostacolo di questo genere la formazione biancazzurra dovrà fare affidamento su tutto il coraggio e la determinazione a disposizione. La compagine bresciana sembra riuscire ad esprimersi meglio in trasferta e domani è l’occasione giusta per rinsaldare questa prerogativa.

Per quel che riguarda la formazione, che “viaggerà” sul collaudato 4-3-1-2, dovrebbero rientrare dal 1’ sia Joronen che Ndoj, che ha già giocato uno spezzone nel finale con il Sassuolo. La presenza a centrocampo dell’albanese consentirebbe a mister Corini di riportare sulla tre-quarti Romulo, pronto con la sua esperienza e le sue sgroppate a sostenere Torregrossa e Balotelli. Sarà ancora una volta questa la coppia in attacco delle Rondinelle, con la conseguente conferma in panchina per Donnarumma, costretto ad inseguire lo spazio desiderato proprio come sta accadendo a Matri. Anche per questo intorno ai due si stanno accendendo i riflettori dell’ormai vicino mercato, con diverse proposte che potrebbero portarli a recitare il ruolo da protagonista voluto lontano da Brescia. La sessione di gennaio del calciomercato dovrebbe anche portare ad uno snellimento della nutrita rosa biancazzurra, con elementi come Curcio e Tremolada, ma anche Morosini sul piede di partenza (senza dimenticare i giovani Semprini e Andrenacci).

Tornando allo schieramento che domani cercherà di fermare Gervinho e compagni, il finlandese Joronen tornerà al suo posto tra i pali, con Cistana e Chancellor coppia centrale e Sabelli a destra e Mateju a sinistra del quartetto difensivo. Questi, salvo ripensamenti dell’ultimo istante, saranno gli uomini che domani andranno in cerca di punti preziosi a Parma, ma, insieme a loro, dovrà scendere sul terreno del “Tardini” un elemento che lo stesso Corini ha ricordato più volte negli ultimi giorni: “Il Brescia dovrà avere coraggio e fare la sua partita, cercando di imporre il proprio gioco. La strada per fare risultato è questa e bisogna percorrerla con convinzione e determinazione, senza commettere errori, anche perché, come si è potuto vedere, in serie A le altre squadre ti puniscono immediatamente al primo sbaglio”.

Probabile formazione Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Mateju; Tonali, Bisoli, Ndoj; Romulo; Torregrossa, Balotelli. All: Eugenio Corini.

Luca Marinoni