Opera (Milano), 7 settembre 2017 - Fine della fuga. I due vandali che lunedì sera sono saltati sui tetti delle macchine in zona Crocione si sono costituiti. Il sindaco leghista Ettore Fusco aveva detto che la loro fuga aveva le ore contate, e così è stato. il primo cittadino aveva anche fatto un appello su Facebook: "costituitevi".

E lo hanno ascoltato. Un po' perché ormai erano in trappola, con quel video della devastazione pubblicato su Instagram, con le testimonianze degl abitanti e con i rilievi del reparto della polizia scientifica di Opera che aveva rilevato le impronte. Un po' perché anche i loro amici li avevano convinti a dire la verità. Si sono presentati dal sindaco e hanno confessato tutto. Due ragazzi, uno di 17 anni (quello che saltava sui tettucci e sui cofani delle macchine posteggiate) e un neo diciottenne. Entrambi di Opera. Si sono detti dispiaciuti, pentiti dell'azione e disposti a pagare per i danni provocati. I due hanno raccontato che non ricordavano quasi nulla della serata.