Buccinasco (Milano), 7 febbraio 2018 - Nel bagagliaio aveva gioielli ma anche assegni e carte di credito. Eppure, come se nulla fosse si aggirava per le vie di Buccinasco, forse con l’obiettivo di individuare qualche appartamento da svaligiare. Fortunatamente il suo atteggiamento è stato notato dai carabinieri che hanno fatto scattare prima il blitz e poi le manette ai polsi di E.A., 48 anni Tutto è iniziato quando i carabinieri hanno adocchiato una Megane Scenic che procedeva ad un’andatura sospetta. E’ scattato l’alt. Dopo aver fatto scendere il conducente, i militari hanno dato il via alla perquisizione.

Nel bagagliaio: il “tesoro”. Vicino agli arnesi da scasso, materiale prezioso e carte di credito che sono stati sequestrati dai carabinieri. A seguito di accertamenti, sono risultati oggetto di furo in numerosi colpi effettuati nei giorni scorsi in abitazioni del Sud Milano. Per l'uomo, un cileno senza fissa dimora e già noto alle forze dell’ordine, sono scattate le manette: l’accusa è quella di ricettazione.