Pessano (Milano) - Dopo aver consumato un rapporto sessuale, la deruba dell'"incasso". La vittima, una prostituta albanese di 42 anni, è riuscita però a memorizzare la targa del cliente - un trentacinquenne italiano, incensurato di Bellinzago Lombardo - che subito dopo la prestazione l'ha cacciata violentemente dalla macchina trattenendo la borsetta con 350 euro- e ad avvisare le forze dell'ordine. I Carabinieri del comando di Cassano d'Adda l'hanno raggiunta a Pessano con Bornago e raccolto la sua testimonianza.

In casa del trentacinquenne sono stati ritrovati i 350 euro in contanti, mentre nei pressi dell'abitazione è stata recuperata anche la borsetta della donna. L'uomo, processato per direttissima, è stato condannato a un anno e quattro mesi per rapina.