Traffico sulla Milano-Meda
Traffico sulla Milano-Meda

Cormano (Milano), 29 settembre 2019 - «La riqualificazione della superstrada Milano-Meda deve essere inserita fra gli interventi necessari alle infrastrutture in vista delle Olimpiadi invernali del 2026». Questa è la proposta del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Massimo De Rosa, cittadino cormanese, per risolvere la cronica emergenza del traffico che sta investendo il territorio metropolitano attraversato da questa importante direttrice viabilistica.

Dalle recenti stime, ogni giorno sono circa 100mila i veicoli che circolano sulla superstrada e che provengono dal Nord Milano, dalla Bassa Brianza e dal Comasco; le conseguenze di questa mole di macchine sono ben visibili nelle strade delle città. Come a Cormano, dove si verificano lunghe code sulle arterie comunali nelle ore di punta: in via dei Giovi sono stati superati i 3 milioni di automezzi in transito all’anno. Numeri ormai insostenibili. Il pentastellato De Rosa presenterà la sua proposta in un’interrogazione, a risposta immediata in aula, nella seduta del consiglio regionale, prevista per martedì, per conoscere quali siano le intenzioni della Giunta Fontana.

«Sappiamo  che, anche in vista degli eventi che la città sarà chiamata a organizzare, Milano registrerà un considerevole aumento dei turisti – spiega Massimo De Rosa – Ci vorranno infrastrutture adeguate a supportare tale flusso di persone. Esiste uno studio di fattibilità relativo al potenziamento della Milano-Meda. Lo studio, realizzato lo scorso anno da Infrastrutture Lombarde Spa, dimostra come quella proposta non solo sarebbe una soluzione concreta e già disponibile ma anche realizzabile con un impatto ambientale basso, dal momento che si tratta di strutture già esistenti». Nel particolare, lo studio per la riqualificazione riguarda il tratto tra Cormano e Bovisio Masciago. Per le Olimpiadi del 2026, l’allungamento della M3 da Comasina verso nord migliorerebbe gli spostamenti dei pendolari: «Parallelamente alla Milano-Meda, che rappresenta un primo e importante passo - conclude De Rosa – deve essere potenziato il trasporto pubblico locale. Prolungando la metropolitana fino a Cormano, ad esempio, sarebbe possibile intercettare una buona parte del traffico che muove verso il centro della città, sgravando ulteriormente le nostre strade da buona parte del flusso dei veicoli».