Foto di gruppo per i volontari della Caritas Salesiani
Foto di gruppo per i volontari della Caritas Salesiani

Sesto San Giovanni (Milano), 13 aprile 2015 - Una pergamena di ringraziamento per il lavoro svolto ogni giorno dai cento volontari della Caritas Salesiani, che  ha festeggiato con una grande cerimonia il traguardo dei trent’anni. Una storia lunga e ricca, iniziata dal fondatore Gianfranco de Nicolò insieme a un gruppo di sestesi che volevano aiutare i più bisognosi della comunità. All’ex centro familiare di viale Matteotti, c’erano le figlie Chiara e Paola insieme alle persone che ruotano attorno alla Caritas e a Laura Amadini, che un anno fa ha raccolto il testimone da quella che per anni è stata l’anima e la mente dell’associazione. "Un’eredità pesante, perché Gianfranco era il nostro faro – commenta Amadini -. La sua passione e i suoi insegnamenti ci hanno fatto andare avanti con entusiasmo. Questo è solo un nuovo inizio".

La giornata di festeggiamenti è iniziata con una messa alla chiesa di Maria Ausiliatrice. "I volontari dimostrano attenzione alla vita, sono capaci di rispondere con amore. Coraggio e amore: ecco cosa significa l’azione caritatevole. Altrimenti come si potrebbe portare avanti un lavoro per trent’anni senza busta paga?", ha chiesto il parroco don Agostino dal pulpito durante la cerimonia. Dopo la Santa messa, volontari, famiglie e amici si sono spostati in oratorio. Per un pomeriggio, così, l’ex bocciofila è tornata a riempirsi: premiazioni, merenda condivisa e foto delle numerose iniziative appese sui cartelloni per raccontare tre decenni di aiuto alla comunità sestese. "La parrocchia ci ospita al suo interno e abbiamo un rapporto splendido con don Agostino, che ci sostiene in ogni modo e con tutte le altre istituzioni del territorio – spiega Amadini -. Tuttavia, siamo un’associazione aperta a tutti: laici, cattolici, musulmani. Chiunque può entrare nella nostra sede, diventare volontario o chiedere un aiuto". Dopo la messa, è stato consegnato un riconoscimento a tre volontarie storiche della Caritas Salesiani. Perché Zita Berto - che è anche vicepresidente – Carla Reale e Franca Adelfio nell’associazione sono presenti fin dal momento della fondazione. Trent’anni di servizio per i sestesi e non solo, che ieri è stato tradotto in un "Grazie" con una targa speciale consegnata prima delle pergamene, che sono state invece distribuite agli altri volontari. Una sorta di "attestato" di presenza all’inteno di una delle associazioni più longeve della città. Presente ai festeggiamenti anche Felice Cagliani, ex assessore e vicesindaco con una lunga storia e tradizione all’interno della comunità parrocchiale della Rondinella e di Sesto.

La prima pietra nel 1985, per rispondere alla solitudine delle persone più fragili, oggi la Caritas Salesiani eroga decine di servizi: dal trasporto degli anziani alla scuola per imparare la lingua italiana, dalla consulenza legale allo sportello di ascolto, dal banco viveri agli ambulatori infermieristico e medico. E proprio i camici bianchi  erano tutti presenti per celebrare insieme i trent’anni della Caritas. Migliaia gli accessi, solo lo scorso anno alla sede di viale Matteotti 415 hanno fatto visita 1.914 persone, che hanno usufruito di 1.163 prestazioni.