Bresso (Milano), 23 luglio 2017 - La legionella torna a uccidere. La prima vittima di questa epidemia, quindici le infezioni accertate (13 a Bresso, 1 a Cormano e 1 a Cusano), è Lino Mazzola, bressese di 94 anni. Un'emergenza ancora più drammatica rispetto al 2014, quando i casi furono sei, di cui uno mortale. Sotto choc i familiari dell'anziano deceduto l'altra mattina all'ospedale Bassini di Cinisello.

"Prima la febbre alta, poi nel weekend del 14 e 15 luglio la situazione è peggiorata. Si è trattato di una polmonite batterica, in poche parole è una legionellosi conclamata che ha portato a un'altra complicazione mortale - spiega Terenzio Crippa, genero della vittima -. Siamo sconvolti, in casa sono state effettuate campionature e verifiche per capire dove possa aver contratto il batterio. Tra qualche giorno avremo i risultati".