Milano - Prenotazione del vaccino anti Covid in Lombardia: da questa sera possibile effettuare la prenotazione anche per chi ha concluso il ciclo primario da 150 giorni. Lunedì era stato il ministro della Salute Roberto Speranza a dare l via libera alla terza dose a 5 mesi  abbassando quindi la soglia, inizialmente fissata a sei mesi. Il disco verde - con anticipo di ben un mese rispetto a quanto previsto finora- è arrivato da Aifa e Cts. "La dose di richiamo" contro Covid-19 "è cruciale per proteggere meglio noi e chi ci sta accanto. Dopo l'ultimo parere di Aifa", l'Agenzia italiana del farmaco, "sarà possibile farla a 5 mesi dal completamento del primo ciclo" aveva spiegato Speranza, aggiungendo un invito ad aderire alla campagna vaccinale ("Vacciniamoci tutti per essere più forti"). Nella giornata di martedì la Regione Lombardia aveva spiegato attraverso le parole del coordinatore della campagna vaccinale Guido Bertolaso  si essere "al lavoro per riorganizzare e ridefinire gli slot per poter accedere alla somministrazione" dopo "l'improvvisa decisione assunta dal ministero". Oggi è arrivato l'ok: "Dalla serata di oggi, mercoledì 24 novembre, Regione Lombardia dà avvio alle prenotazioni delle dosi 'booster' di vaccino anti Covid-19 per tutte le persone che rientrano nelle categorie per le quali la terza dose è già raccomandata e che abbiano superato i 5 mesi (150 giorni) dal completamento di un ciclo vaccinale primario, come disposto dalle recenti indicazioni del ministero della Salute" hanno spiegato in una nota Regione Lombardia e l'Unità di crisi per la campagna vaccinale anti-Covid."In questo momento, il nostro obiettivo primario - ha aggiunto la Regione - è mantenere sotto controllo la nuova ondata epidemica, evitando quanto più possibile la diffusione dei contagi. Le agende dei centri vaccinali sono state ulteriormente ampliate per accogliere le richieste dei circa 2 milioni di cittadini che attualmente hanno già superato l'intervallo minimo dei 5 mesi dalla conclusione del ciclo primario. Le somministrazioni partiranno da domenica 28 novembre". Parlando di terza dose il presidente della Lombardia Attilio Fontana ha spiegato "le prenotazioni stanno andando molto bene. I primi giorni sono state un po' freddi forse perché non si sapeva o non se ne parlava ma ora hanno ricominciato ad essere importanti".

Chi può prenotare

Tutti i cittadini di età maggiore di 40 anni, le persone a elevata fragilità, gli operatori sanitari e sociosanitari e i maggiorenni vaccinati con Johnson& Johnson possono prenotare la terza dose booster dopo 5 mesi (150 giorni) dal completamento del ciclo primario di vaccinazione, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato. Oltre alla rete degli hub e dei centri vaccinali, i cittadini over 40 che abbiano superato l'intervallo dei cinque mesi potranno effettuare la dose di richiamo presso le farmacie territoriali aderenti. 

Come si prenota

Per prenotare il vaccino è possibile utilizzare il portale online https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/. Cliccando su "Prenota il vaccino anti Covid" si apre una schermata per l'inserimento dati (codice fiscale e numero di tessera sanitaria). Nella schermata successiva bisogna inserire i dati relativi al luogo di residenza (Provincia, Comune e cap): in questo modo il sistema identificherà il centro vaccinale di rferimento. Nella pagina seguente l'utente troverà l'elenco le date e degli orari disponibili e potrà dare l'ok all'appuntamento dopo aver inserito il codice ricevuto tramite sms. A questo punto appare un'ultima schermata di riepilogo (che si può stampare) e si riceve un altro sms con la conferma della registrazione della data.  E' possibile prenotare anche   tramite call center al numero 800.894.545 (i tempi di attesa potrebbero essere lunghi, a causa del grande flusso di telefonate). C'è un'altra modalità di prenotazione: è possibile fissare l'appuntamento per la terza dose anche recandosi presso un Postamat Poste Italiane della Lombardia e seguendo la procedura guidata che compare sullo schermo. Non è necessario essere cliente di Poste Italiane, basta avere la Tessera Sanitaria. Anche il portalettere può effettuare una prenotazione per il vaccino anti Covid-19 . E' sufficiente chiedere il suo supporto per eseguire la procedura di prenotazione. Il servizio è gratuito e solo i portalettere di Poste Italiane sono abilitati a fornirlo.

Quali documenti servono

Per prenotare (con qualunque delle modalità elencate) bisogna ricordarsi di avere  portata di mano la Tessera Sanitaria (verrà richiesto numero di codice fiscale e di tessera) in corso di validità e il cellulare. Per effettuare la prenotazione è necessario appartenere alle categorie prioritarie previste dal piano nazionale/regionale. 

Dove avviene la vaccinazione

La somministrazione del vaccino avviene presso il centro vaccinale di riferimento del territorio di residenza/domicilio del cittadino. In fase di raccolta dei dati per la prenotazione, il sistema raccoglie l’indirizzo di residenza/domicilio della persona interessata che viene utilizzato per la programmazione della vaccinazione.