Milano, 17 settembre - A pochi giorni dall'avvio della campagna per la somministrazione della terza dose (dovrebbe partire dal 20 settembre) e di dosi "booster' a categorie maggiormente esposte o a maggior rischio, sono già in corso "sperimentazioni" per somministrare insieme il vaccino anti influenzale e quello anti Covid. Lo ha anticipato Fabrizio Pregliasco, virologo e direttore Irccs Galeazzi di Milano, intervenendo stamani ad Agorà, su Rai3."In questo momento è già possibile eseguirlo distanziandoli di 14 giorni - ha detto il virologo -, ma credo che nel prossimo futuro arriveranno delle conferme che si potranno co-somministrare".

Mentre per quanto riguarda l'estensione della terza dose a tutti, secondo Pregliasco "sarà valutata dopo aver scavallato l'inverno. Dobbiamo partire dal presupposto che questo inverno possa esserci un colpo di coda del virus, ci sono tutte le condizioni perché questo accada. Credo che la vaccinazione come terza dose sarà solo per i soggetti a rischio - ha aggiunto - ma tutto questo dipenderà dall'andamento di questa stagione". 

Vaccini, 3,4 milioni di over 50 non hanno ricevuto neanche una dose

Covid, l'Rt scende ancora: 0,85. In calo anche l'incidenza, 54 su centomila abitanti