Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
20 giu 2022

Siccità: perché la causa è il cambiamento climatico

Le temperature in Italia crescono da decenni e gli eventi estremi sono triplicati negli ultimi anni, prosciugando i fiumi e dimezzando i raccolti

20 giu 2022
arnaldo liguori
Cronaca
featured image
Quel che resta del fiume Po in secca
featured image
Quel che resta del fiume Po in secca

La siccità che sta colpendo l’Italia, dimezzando i raccolti e prosciugando i fiumi, è causata principalmente del cambiamento climatico. Gli eventi climatici estremi come questo ci sono sempre stati, ma mai con la frequenza e la gravità registrata negli ultimi anni. Secondo l’ultimo rapporto di Legambiente, solo negli ultimi quattro anni in Italia sono avvenuti circa 700 eventi estremi (come siccità e alluvioni): più del doppio di quelli registrati in tutto il decennio precedente. !function(){"use strict";window.addEventListener("message",(function(e){if(void 0!==e.data["datawrapper-height"]){var t=document.querySelectorAll("iframe");for(var a in e.data["datawrapper-height"])for(var r=0;r Il livello del Po, il fiume padre del nord Italia, ha raggiunto il livello più basso degli ultimi 70 anni. È talmente basso che il Mar Adriatico è risalito in pianura per oltre 20 chilometri dalla costa. La carenza d’acqua sta mettendo a rischio metà di tutta la produzione agricola della Pianura Padana. “Abbiamo bisogno di acqua. Subito, 24 ore su 24”, chiedono disperati i coltivatori della Coldiretti, la principale organizzazione degli imprenditori agricoli a livello nazionale. I rapporti della comunità scientifica internazionale sono chiari: «Il riscaldamento globale è responsabile di diversi fenomeni rischiosi per l’ambiente. Dallo scioglimento dei ghiacciai all’innalzamento del livello del mare, dall’incremento delle ondate di calore all’aumento di alluvioni». Sono queste le conclusioni di oltre 14mila ricerche analizzate dai 234 studiosi dell’ultimo Intergovernmental Panel on Climate Change. !function(){"use strict";window.addEventListener("message",(function(e){if(void 0!==e.data["datawrapper-height"]){var t=document.querySelectorAll("iframe");for(var a in e.data["datawrapper-height"])for(var r=0;r In Italia, le temperature degli ultimi 60 anni hanno mostrato una crescita costante. Nel 2019, la temperatura ha raggiunto il picco di +1,56 gradi Celsius rispetto alla temperatura media del periodo 1961-1990. Un record. Quel calore in più sta causando temperature estreme stagionali, riducendo il manto nevoso e il ghiaccio marino, intensificando le forti piogge e modificando gli habitat di piante e animali, espandendone alcuni e riducendone altri. L’aumento della temperatura italiana, tra l’altro, è maggiore rispetto a quello ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?