Cinisello (Milano) - I carabinieri della stazione di Cinisello Balsamo (Milano) hanno deferito in stato di libertà una badante peruviana 54enne, ritenuta responsabile di circonvenzione di incapaci continuata. Il provvedimento giunge al termine degli
accertamenti condotti a seguito della segnalazione da parte della banca di movimenti sospetti sul conto corrente di un 75enne affetto da demenza senile.

 Secondo quanto riferito dall'Arma, le indagini hanno permesso di accertare come la donna, badante dell`anziano, approfittando delle sue condizioni di salute, avesse tentato di prelevare 20mila euro da un conto corrente e stesse tentando di avviare le pratiche per la cointestazione del rapporto bancario, fingendosi compagna dell`uomo.

Nel corso della perquisizione dell`abitazione della donna, i carabinieri hanno sequestrato documentazione finanziaria, deleghe per operazioni bancarie, un testamento olografo in favore della 54enne e del marito, nonché i documenti di identità e le carte di
credito dell`anziano. Una seconda cittadina peruviana 58enne, sorella della suddetta e anche lei badante del 75enne, è stata deferita in stato di libertà per possesso di documenti falsi, in quanto, nel corso delle indagini, è stata trovata con un
passaporto boliviano riportante la sua foto e false generalità.