Pero (Milano), 4 dicembre 2017 - Fusti pieni di aglio e droga viaggiavano sui tir spagnoli destinati al mercato dello spaccio milanese, in manette 4 persone. A Pero i carabinieri hanno effettuato un blitz in una carrozzeria della periferia che da alcuni giorni tenevano d’occhio, un controllo a distanza effettuato in maniera discreta quello che ha consentito ai militari di far scattare l’operazione. All'interno della carrozzeria, in alcuni fusti appena scaricati da un tir con targa spagnola, sono stati scoperti 313 chili di hascisc e 10 di marijuana. Sono finiti in manette l’autista del mezzo pesante, un 42enne spagnolo incensurato, il titolare della carrozzeria, un 57enne italiano, un secondo italiano 46enne, entrambi già noti alla Giustizia, nonché un 25enne cubano incensurato, allontanatosi poco prima dalla carrozzeria e considerato il punto di contatto tra gli italiani e il cittadino iberico. Gli arrestati sono finiti a San Vittore, dove restano a disposizione dell’autorità giudiziaria. Gli arresti a Pero rientrano nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti portata avanti dai carabinieri del Comando Provinciale di Milano nell’ultimo mese. La stessa attività investigativa ha portato i militari a due fermi anche in provincia di Savona, dove dopo un prolungato pedinamento hanno intimato l’alt a un’utilitaria a bordo della quale viaggiava un marocchino 33enne residente a Cologno Monzese e un connazionale 48enne, bloccati dopo un tentativo di fuga a piedi. La perquisizione dell’auto ha consentito di scoprire due panetti di cocaina, del peso complessivo di 2,4 chili, nascosti sotto il sedile anteriore dal lato passeggero. Per i due stranieri si sono aperte le porte del carcere di Imperia.

Nella lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti condotta dai carabinieri del Comando Provinciale di Milano, son stati ben 635 i chilogrammi di droga sequestrati nel corso del mese appena trascorso, 97 le persone finite in manette per reati inerenti gli stupefacenti e oltre 55mila gli euro confiscati e confluiti nel fondo Unica giustizia. Sono stati sottratti al mercato della droga esattamente di 610 chili di hascisc, 20 di marijuana, 3 di cocaina, 1 di eroina e 85 piante di cannabis.