Tommaso Baldasso, Matteo Fantinelli e Pietro Aradori: abbraccio finale (Ciamillo)
Tommaso Baldasso, Matteo Fantinelli e Pietro Aradori: abbraccio finale (Ciamillo)

Le parole di Luca Dalmonte nascondono un alto grado di soddisfazione, anche se il tutto viene coperto dalla solita patina prudente.

"Siamo riusciti a contenere – spiega – e ce l’aspettavamo, l’ondata iniziale dei nostri avversari, dovevamo essere capaci di contenerla e di non farci spostare. I giocatori hanno dimostrato di essere dentro la partita perché Varese era partita molto bene con percentuali notevoli nel tiro da tre. Questo non ci ha condizionato e abbiamo tenuto il nostro piano partita anche se è un po’ cambiato durante la gara. Anche questo è un merito dei ragazzi. Tutti difensivamente hanno dato un gran contributo perché altrimenti la difesa non funziona: se c’è un anello debole questo fa scivolare via tutto quello che si organizza".

Il successo viene dedicato ai più stretti collaboratori. "Il mio pensiero va allo staff, perché se parliamo di squadra parliamo dei giocatori, ma c’è anche uno staff che ha la forza di sopportarmi, da quello medico a quello tecnico, e il merito va anche a loro".

Infine si apre una nuova finestra che guarda al futuro. "Questa era partita importante, una vittoria voluta, e proprio per questo ci deve dare più autostima per farci capire che a certe condizioni siamo competitivi".

m. s.