Capitan Giancarlo Ferrero con il trofeo (Ciamillo)
Capitan Giancarlo Ferrero con il trofeo (Ciamillo)

Desio (Monza Brianza), 10 settembre 2018 - Varese batte nettamente la Red October Cantù nel primo derby stagionale che valeva il Trofeo Lombardia. 94-76 il punteggio finale per i biancorossi a Desio con un finale in cui le tifoserie si beccano, per loro non c’è precampionato che tenga. La squadra allenata da coach Attilio Caja è parsa più avanti nel mettere in campo quel collettivo ben organizzato e privo di stelle nella mente del suo allenatore. Di fronte, una Cantù di Pashutin parsa spesso in balìa della produzione ondivaga del duo Calhoun-Blakes e incapace di reggere l’urto sotto il proprio canestro di Cain con Shaheed Davis che ha dimostrato di dover lavorare molto per adattarsi al nostro basket, e con lui devono ancora trovare un equilibrio di squadra i suoi compagni.

La partita vede una diversa intensità fin dall’avvio, Varese fa gara di testa mentre la Red October trova il modo per contenere lo svantaggio solo nel primo quarto, chiuso in rimonta sul 18-17 per i biancorossi. La gara si spacca nel secondo tempo con Tambone e compagni, costretto agli straordinari il play per l’assenza di Aleksa Avramovic impegnato con la Serbia, e il divario prende le sembianze d’una amichevole negli ultimi minuti con la Openjobmetis che veleggia oltre il +20 sotto gli occhi d’un Danilo Gallinari assediato dai fan. Per Varese si registra un netto passo avanti in questo Trofeo Lombardia (il secondo messo in bacheca dopo quello del 2012) rispetto alle precedenti amichevoli precampionato. La strada che porterà gli uomini di Caja a farsi trovare pronti all’esordio casalingo con Brescia è ancora lunga ma ora l’impronta di Artiglio inizia a vedersi. A voler trovare il pelo nell’uovo nella sfida dei biancorossi, è parso ancora bisognoso di tempo per trovare il giusto ritmo il regista designato Ronald Moore. Nella finalina per il terzo posto vittoria di Cremona 93-70 su una decimata Trento. La Dolomiti Energia ha affrontato il torneo con l’infermeria piena ed è stata un semplice sparring partner per Varese prima e la Vanoli poi. Netto nella finale del torneo dedicato alle squadre di B il punteggio con cui s’impone l’Urania Milano su Pavia. Con Piunti e Scanzi mattatori nel 80-63 finale.

OPENJOBMETIS VARESE–PALLACANESTRO CANTÙ 94-75 (18-17, 40-32; 68-53)