Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Umberto Bossi compie 76 anni, gli auguri di Maroni: "Grande uomo e grande amico"

Il governatore lombardo omaggia il fondatore della Lega su Twitter

Ultimo aggiornamento il 19 settembre 2017 alle 11:35
Umberto Bossi con Roberto Maroni

Varese, 19 settembre 2017 - Umberto Bossi compie 76 anni e Roberto Maroni, compagno di tante battaglie fin dagi albori della Lega Nord, gli fa gli auguri via Twitter: "Tantissimi auguri di buon compleanno dal profondo del
cuore caro Umberto, grande uomo e grande amico"  ha scritto il governatore lombardo, postando una foto che lo ritrae mentre stringe la mano al fondatore del Carroccio durante una manifestazione leghista.

Umberto Bossi trascorrerà la giornata del suo compleanno fra la sua Gemonio, in provincia di Varese, e la sede leghista di via Bellerio a Milano, dove tiene ancora banco il caso dell'intervento negato al vecchio leader sul palco di Pontida, nonostante i chiarimenti di Matteo Salvini nel corso del Consiglio federale, dove il segretario leghista ha tenuto a spiegare pubblicamente a Bossi di non aver previsto un suo intervento a Pontida per "tutelarlo" da
eventuali contestazioni dopo il blocco dei conti correnti della Lega, conseguenza della scondanna del senatùr per truffa aggravata ai danni dello Stato per i rimborsi elettorali dal 2008 al 2010. Più decisa la posizione di Maroni che già domenica aveva difeso il vecchio amico: "Pontida è Bossi, ha sempre diritto di parola", aveva detto il governatore lombardo. 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.