La presentazione del nuovo sito web dell'Asst Varese
La presentazione del nuovo sito web dell'Asst Varese

Varese, 4 dicembre 2018 - «Non un punto d’arrivo ma un ottimo punto di partenza». È stato definito così ieri, nella conferenza di presentazione, dal direttore generale Callisto Bravi, il nuovo sito internet dell’Azienda socio sanitaria dei Sette Laghi. Un portale, fanno sapere dall’azienda, volutamente lanciato in versione beta (non definitiva, ma già testata dagli esperti). La sfida dei mesi che hanno preceduto il lancio del nuovo servizio era quella di rendere semplice e accessibile tutta l’operatività dell’Asst. Quest’ultima infatti racchiuderà sette ospedali dal prossimo gennaio (con il rientro nel suo alveo dell’ospedale Ondoli di Angera), e con la sua rete effettua seimila analisi giornaliere, un numero di prestazioni ambulatoriali che tocca i 5 milioni l’anno.

Il sito,  on line da ieri, dovrà ora venire arricchito da tutti i contenuti dei cittadini, le associazioni ed il personale che ne farà uso. Non si può trovare del resto miglior test della pratica quotidiana: operazioni che vanno dalla revoca del medico di base alla consultazione e gestione dei dati. Siano questi ultimi relativi ai 173mila accessi annui al Pronto Soccorso o a eventuali ricoveri. Per comprendere la complessità del lavoro già svolto è esemplificativo un dato concreto: il nuovo sito conta complessivamente circa cinquemila pagine, riflesso di un’azienda grande che per vocazione vuole stare al passo coi tempi. Il sito, dall’indirizzo invariato rispetto alla versione precedente (https://www.asst-settelaghi.it), ha coinciso con la rottura d’un tabù, ovvero l’approdo dell’Asst dei Sette Laghi sui social network. Il prescelto è stato Instagram. Un modo per avvicinarsi al mondo dei giovani, investendoli del ruolo di portatori d’informazioni alle rispettive famiglie, e di comunicare quei volti che rappresentano la professionalità di cui si fregia l’azienda. Intanto, sempre sul fronte sanità, verrà presentata oggi una donazione del valore di quasi 280mila euro per l’ospedale Del Ponte, frutto dell’impegno nella raccolta fondi profuso dai volontari della Fondazione Il Ponte del Sorriso. Si tratta di due importanti apparecchiature radiologiche destinate all’attività di sala operatoria e di sette letti pediatrici per la Neuropsichiatria infantile e per l’Osservazione breve intensiva.