Polfer
Polfer

Varese, 12 agosto 2019 - Hanno insultato un'anziana mendicante nella stazione di Varese, poi hanno picchiato la ragazza intervenuta per difenderla e soccorrerla. Infine, sono andati alla Polfer dove hanno denunciato una rapina, che però non ci sarebbe mai stata. E quando sono stati riconosciuti come gli autori delle aggressioni avvenute poco prima, la coppia di fidanzati, due 35enni italiani con precedenti, lei è insorta contro gli agenti e ha cercato di prendere la pistola a uno di loro, dando testate contro una vetrata e sputando addosso a un poliziotto.

L'AGGRESSIONE IN QUESTURA - È accaduto ieri pomeriggio, momento in cui i due sono stati portati in questura. La coppia, una volta raggiunta la struttura, in attesa del fotosegnalamento, avrebbe anche urinato nelle camere di sicurezza. L'accaduto è stato denunciato dal Sindacato autonomo di polizia. Secondo quanto fatto presente dal Sap, si tratterebbe della 107esima aggressione dal 1° giugno a oggi, con un totale di 192 agenti feriti. 

LE DENUNCE - I due, che sono stati denunciati per oltraggio, minaccia, resistenza, lesioni personali a pubblico ufficiale (quattro agenti hanno infatt riportato lesioni giudicate guaribili in tre giorni), omessa declinazione delle generalità, lesioni aggravate dall'odio razziale nei confronti della ragazza aggredita in stazione (che ha riportato ferite guaribili in cinque giorni), intervenuta in soccorso della mendicante rumena, e simulazione di reato, verranno allontanati dal Comune della città con foglio di via obbligatorio.