Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
30 apr 2022

Varese, movida di sangue: due aggressioni nella notte

In piazza della Repubblica trentenne ferito con tre coltellate. A Masnago una rissa fra due giovani al termine di un concerto

30 apr 2022
lorenzo crespi
Cronaca
Polizia in azione a Varese
Polizia in azione a Varese
Polizia in azione a Varese
Polizia in azione a Varese

Varese, 1 maggio 2022 - Due aggressioni nell’arco di poche ore si sono susseguite nella notte tra venerdì e sabato a Varese. Il primo caso si è verificato in piazza Repubblica, nella tarda serata di venerdì. Erano circa le 22.30 quando un cittadino straniero di 31 anni è stato colpito con tre fendenti sferrati con un coltello, che lo hanno ferito in diverse parti del corpo: il torace, una spalla e una gamba. Sul posto si sono recati per i soccorsi gli operatori del 118 che lo hanno trasportato all’Ospedale di Circolo. Le sue condizioni sono gravi, ma fortunatamente non è in pericolo di vita. Ancora da ricostruire i dettagli dell’accaduto, su cui indagano gli agenti della Questura di Varese. Potrebbe esserci una lite all’origine del violento accoltellamento. Solo un paio d’ore più tardi, dopo la mezzanotte, si è verificata poi una seconda aggressione, questa volta non in centro ma nel quartiere di Masnago, in via Manin, poco lontano dal Palasport. In questo caso la vittima è un giovane di 29 anni, che sarebbe stato colpito con un oggetto contundente, probabilmente in seguito a una lite dovuta al consumo eccessivo di alcol al termine di un concerto. Trasportato all’Ospedale di Circolo, non ha riportato conseguenze gravi. L’aggressore che lo ha ferito, un trentenne, è stato individuato e denunciato per lesioni.

I due eventi di cronaca riportano al centro dell’attenzione in città il tema della sicurezza, in particolare per quanto riguarda l’area di piazza Repubblica, non nuova ad episodi di spaccio e microcriminalità. Una zona su cui anche recentemente si sono concentrate le attività di controllo da parte delle forze dell’ordine, con numerosi servizi congiunti, definiti "ad alto impatto", che hanno coinvolto Polizia di Stato, carabinieri e Polizia locale. Operazioni in cui sono state presidiate le zone più "calde" della città, partendo appunto da piazza Repubblica per toccare poi anche l’area delle stazioni e le vie limitrofe, come piazza XX Settembre e via Como.

Tra i punti sorvegliati speciali c’è poi anche l’area della movida nella zona pedonale. A favore di una maggior sicurezza in piazza Repubblica è stato aperto lo scorso 10 marzo un presidio della Polizia locale, dedicato non solo alle attività a supporto del mercato che ha sede nella piazza diversi giorni a settimana ma anche con lo scopo di rafforzare l’immagine di percezione di sicurezza nei cittadini. All’inaugurazione della "casetta di legno" era stato annunciato che il presidio potrà essere utilizzato anche negli orari serali. Il tema della sicurezza non riguarda comunque solo il capoluogo: a Busto nei giorni scorsi sono stati emessi tre Daspo Willy nei confronti di tre giovani per aver aggredito un coetaneo in un bar della città.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?