Carabinieri

Luino (Varese), 5 settembre 2018 - I carabinieri di Luino nei giorni scorsi hanno accompagnato al centro di permanenza ed espulsione di Torino un 18enne marocchino, per la successiva espulsione dal territorio nazionale, dove non potrà più fare rientro per i prossimi dieci anni. I militari hanno eseguito un provvedimento di espulsione emesso dalla questura di Varese che ha recepito le richieste degli uomini dell'Arma. Il giovane, secondo gli accertamenti dei militari, si ubriacava e rubava nei supermercati. "Alla base della motivazione - si legge nel provvedimento - c'è l'allarme sociale provocato dai continui reati commessi, che evidenziano una particolare tendenza a delinquere, un'assenza di deterrenza morale ed emotiva dimostrata in più occasione con l'atteggiamento improntato alla sfida ed al disprezzo verso le istituzioni".

"Negli ultimi due anni - riporta una nota dei carabinieri - il giovane era diventato tristemente noto nel Luinese come autore di numerosi reati, per lo più contro il patrimonio. Piccoli furti, spesso all'interno dei supermercati, abuso di sostanze alcoliche ed un atteggiamento sempre aggressivo nei confronti delle forze dell'ordine, che lo avevano denunciato più volte per resistenza a pubblico ufficiale. Durante l'estate appena trascorsa, in compagnia di alcuni connazionali, si era reso spesso responsabile di violenti litigi nell'area del Luna Park di Luino".