Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
25 giu 2022
lorenzo crespi
Cronaca
25 giu 2022

Varese, il lago ai raggi X per il ritorno alla balneabilità

Sommozzatori al lavoro anche nel weekend per controllare i fondali

25 giu 2022
lorenzo crespi
Cronaca
Il ritorno alla balneabilità del lago di Varese rientra in un progetto della Regione
Il ritorno alla balneabilità del lago di Varese rientra in un progetto della Regione
Il ritorno alla balneabilità del lago di Varese rientra in un progetto della Regione
Il ritorno alla balneabilità del lago di Varese rientra in un progetto della Regione

I primi controlli avevano preso il via a inizio giugno e l’attività è proseguita anche nei weekend successivi, fino a quello in corso. Non si ferma il lavoro dei sommozzatori per la pulizia del fondale del Lago di Varese in vista del ritorno alla balneabilità fissato per sabato 2 luglio. Oltre 500 i metri di fondale del lago controllati dai sommozzatori della Protezione civile, i Vigili del fuoco e dalla Federazione italiana sommozzatori (Fias). Sono continuate dunque per un altro weekend le operazioni di messa in sicurezza e pulizia di fondali del lago di fronte alle spiagge dove sarà consentita la balneazione. Nella giornata di oggi si prosegue con il lavoro dei sommozzatori che hanno scandagliato il terreno sotto l’acqua fino a 50 metri dalla riva. "Ringrazio la Protezione civile, i Vigili del fuoco e i volontari della Fias per il lavoro di messa in sicurezza del fondale del lago – ha commentato Raffaele Catalano , assessore a Polizia locale e Protezione civile del Comune di Varese –. Questo intervento ricade negli accordi presi in sede di Aqst, l’Accordo quadro di sviluppo territoriale per il risanamento del lago di Varese". Calogero Rinaldo della Protezione civile sottolinea l’aiuto ricevuto dai Vigili del fuoco nel recupero di relitti presenti sul fondale.

«Oggi proseguiamo con l’ intervento dei sommozzatori e saranno circa 500 i metri scandagliati". Tra gli obiettivi dell’Amministrazione comunale nell’ambito dell’Aqst c’è anche la possibilità di creare una connessione con l’Isolino Virgina, con un collegamento che permetta di raggiungere il sito archeologico con una navigazione elettrica. Un modo per valorizzare il lago dal punto di vista turistico e nel rispetto dell’ambiente. Dal 2 luglio dunque si potrà tornare a fare il bagno dopo decenni nel Lago di Varese, non solo alla Schiranna ma anche a Bodio Lomnago. È in fase di organizzazione un programma di eventi per celebrare la ricorrenza, a partire da una traversata del lago a nuoto che unirà le due località. Ci sarà anche una pedalata lungo la pista ciclabile che circonda il Lago di Varese. Anche in questo caso il percorso si svilupperà tra la Schiranna e il lido di Bodio. La balneabilità, che costituisce un punto d’arrivo di un percorso promosso dalla Regione insieme agli enti locali tre anni fa, parte in via sperimentale, con l’obiettivo di analizzare gli effetti della presenza dell’uomo sull’ecosistema del lago. Numerosi i controlli effettuati da Arpa e Ats, per un lago che è stato definito "il più monitorato in Europa".

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?