Varese, 12 settembre 2018 - La notte brava di un ventenne siciliano sorpreso dagli agenti di una volante in evidente stato di ubriachezza mentre cercava di rubare degli oggetti dalle auto parcheggiate nei garage di un palazzo della zona della Brunella a Varese, ha permesso di identificarlo per il ladro seriale di biciclette che da tempo colpisce in città e nei paesi limitrofi. Secondo quanto riferito dalla questura di Varese infatti, il ventenne (residente in provincia di Varese ma di fatto senza casa) è stato riconosciuto come il ragazzo, indicato da più fonti confidenziali, che da alcuni settimane vendeva biciclette usate.

Messo di fronte alle sue responsabilità, il 20enne ha ammesso di aver rubato decine di biciclette che ha poi rivenduto per pochi euro a cittadini africani conosciuti in città, qualcuno di loro dimorante nella vecchia struttura abbandonata dell'albergo ristorante "Villa Castiglioni" di Induno Olona. I poliziotti si sono recati quindi recati in quello stabile dove dormivano cinque stranieri in regola con il permesso di soggiorno, ed hanno rinvenuto alcune biciclette di cui due sono state riconosciute dal siciliano come quelle da lui rubate alcuni giorni fa. Il ventenne è stato denunciato in stato di libertà per furto e gli è stato notificato il foglio di via con divieto di ritorno nel comune di Varese, nonché l'avviso orale emesso del questore.