Carola Raimondi, la vincitrice Iryna Nicoli e Cristina Fiorelli
Carola Raimondi, la vincitrice Iryna Nicoli e Cristina Fiorelli

Saronno (Varese), 12 luglio 2019 - La gioia di Iryna Nicoli, 20 anni, è alle stelle. La dolcissima fanciulla di Lanzo d’Intelvi (Como)si è qualificata per la fase finale nazionale di Miss Italia 2019. “Iry” Nicoli, statura 176 centimetri, magici occhi verdi e capelli castani , ha infatti trionfato nella finale Miss Miluna Lombardia a Saronno (Varese), precedendo in classifica la bresciana Carola Raimondi, 20 anni, di Toscolano Maderno, e con la cremonese Cristina Fiorelli, 21, di Casalmaggiore, in terza posizione. La vincitrice di Miss Miluna vive con mamma Valentina, nata in Ucraina, papà Maurizio, che è comasco al 100%, e le sorelle Alina e Francesca, gemelle diciottenni. Iryna Nicoli studia economia a Lugano e appartiene ad una famiglia di musicisti: ogni componente suona uno strumento diverso, e la neo Miss Miluna Lombardia ha scelto il saxofono. Alla finale regionale di Saronno organizzata dal sindaco Alessandro Fagioli hanno partecipato 26 fanciulle. Alessandro Fagioli ha fatto altresì il presidente di giuria e con lui c’erano,tra gli altri, l’assessore Paolo Strano, Alessandra Fano, che disputò le finali di Miss Italia in diretta televisiva a Salsomaggiore nel 2004 e 2007, la modella Margherita Monforte, protagonista alla prefinale nazionale 2015, e Jessica Tomao in rappresentanza dei dirigenti delle agenzie di moda.

Dopo le prime sfilate col costume da bagno intero e il look classico c’è stata la prima scremata. La giuria ha promosso alla fase successiva Iryna, le signorine Fiorelli e Raimondi e Rebecca Puci, 21 anni, di Mantova, Lucia Alagna, 18, di Milano, e Francesca Scagnetto, 23 di Garbagnate Milanese. E dopo l’esibizione artistica in cui Iryna Nicoli ha naturalmente dato un saggio di bravura con saxofono l’organizzatrice Alessandra Riva ha annunciato le tre della volata decisiva. Iryna Nicoli ha ricevuto la corona da Denise Ayroldi, Miss Miluna 2018. Nello show di Saronno c’è stato pure l’applauditissimo ballo delle finaliste col bikini.

La signorina Nicoli, tifosa dell’Inter, suona il sax dall’età di 7 anni ed è la quarta lombarda che si qualifica per la fase finale nazionale 2019. Le altre sono Sofia Plescia,neo-Miss Milano, presente a Saronno come madrina, Carolina Stramare, pavese di Vigevano, e Mariagrazia Donadoni, di Caprino Bergamasco. “E’ stato bellissimo ricevere l’abbraccio da parte delle mie avversarie – ha esclamato miss Nicoli – poiché è un fiero riconoscimento per la mia vittoria. Sono riuscita ad esprimere la mia competitività mantenendo un rapporto stupendo con tutte le altre ragazze. E’ una notte che non scorderò mai: la prima parte del mio sogno di è avverata. La seconda parte è il passaggio dalla prefinale nazionale di Miss Italia alla finale in diretta televisiva. Sogno di lavorare in televisione e forse, grazie anche al concorso ci riuscirò”. Per Iryna è stata una gara ricca di emozioni: “Una serata difficile in cui, con la massima umiltà, non ho mai perso la speranza di vincere e ce l’ho fatta. L’emozione ha toccato l’apice alla prima sfilata, ma è durata un minuto, poi in me ha prevalso l’ ”animus” del sano agonismo”.