Quotidiano Nazionale logo
7 mar 2022

Induno Olona, rifiuti abbandonati per strada: telecamere contro i "furbetti"

Già individuat a una trentina di incivili che saranno sanzionati. Il sindaco: "Il denaro è l’unico deterrente"

rosella formenti
Cronaca
Il sistema di videosorveglianza del Comune si avvale di 28 postazoni fisse e di due apparecchi mobili posizionati dalla polizia locale in luoghi strategici
Il sistema di videosorveglianza del Comune di Induno Olona

Induno Olona (Varese) - Le telecamere stanno fornendo una collaborazione fondamentale a Induno Olona per stroncare l’attività degli incivili che abbandonano rifiuti soprattutto nella zona della piattaforma ecologica. Ancora di recente sono stati scaricati rifiuti ingombranti ma i responsabili, fanno sapere dal Comune, non la passeranno liscia, dal momento che sono stati immortalati proprio dagli occhi elettronici e dunque saranno sanzionati. Sono già una trentina. "Persone che evidentemente si credono furbe – spiega il sindaco Marco Cavallin – in realtà non lo sono e presto saranno un po’ più leggere nel portafogli".

L’abbandono dei rifiuti è un problema che purtroppo tocca numerosi comuni nel territorio, soprattutto gli incivili scaricano ogni tipo di materiale nelle aree boschive, Induno Olona ha deciso di contrastare questo comportamento attuando controlli e ricorrendo all’utilizzo delle telecamere. Il sistema di videosorveglianza attivo sul territorio si avvale di 28 postazioni fisse e di due apparecchiature mobili, posizionate dalla polizia locale in luoghi strategici, che cambiano in base alle esigenze. Proprio gli occhi elettronici hanno "immortalato" nella zona della discarica una trentina di incivili, che pensavano di non essere scoperti. Invece grazie alle immagini sono stati individuati e sono arrivate le sanzioni.

Al momento gli agenti stanno visionando le immagini degli ultimi giorni quindi anche i responsabili dei recenti abbandoni a bre ve saranno raggiunti dalle multe. "Il linguaggio del denaro – sottolinea il sindaco – è forse l’unico deterrente che funziona davanti a certi incivili che devono essere toccati nel vivo dei loro interessi, le stesse persone devono sapere che il contrasto a queste forme di grave scorrettezze civica rientra nella nostra strategia quotidiana di controllo del territorio, a cui appunto dà un grande contributo la rete di videosorveglianza". Una rete che nel corso dell’anno si arricchirà di nuove postazioni.

A Busto Arsizio invece l’altro giorno sono stati i volontari del gruppo Strade Pulite a intervenire lungo il primo tratto della SS33 del Sempione e di gran parte di via San Gottardo, riempiendo in poche ore ben 45 sacchi di rifiuti. Hanno raccolto di tutto: plastica, carta, alluminio, vetro, molti ingombranti come mobili, pneumatici. Anche a Legnano il gruppo si è attivato, il “bottino“ delle operazioni di pulizia in 90 sacchi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?