Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 feb 2022

Incendio in appartamento: muore imprenditore bustocco

Stefano Baldoni, 57 anni, è deceduto probabilmente per il fumo inalato Le fiamme si sono sprigionate nella sua abitazione

21 feb 2022
Stefano Baldoni, 57 anni, da qualche tempo si era trasferito nelle Marche
Stefano Baldoni, 57 anni, da qualche tempo si era trasferito nelle Marche
Stefano Baldoni, 57 anni, da qualche tempo si era trasferito nelle Marche
Stefano Baldoni, 57 anni, da qualche tempo si era trasferito nelle Marche

Busto Arsizio (Varese) - Tragedia nel centro storico. Un uomo di 57 anni, Stefano Baldoni, originario di Busto Arsizio e figlio di noti imprenditori tessili lombardi legati alla Faciba, ha perso la vita a seguito dell’incendio che si è sviluppato nella sua abitazione di via Monteverde a Fermo, nelle Marche.

L’allarme è scattato poco dopo le 8.30 del mattino quando alcuni muratori, che stavano lavorando nei pressi dell’immobile, hanno visto uscire il fumo dalle persiane e hanno allertato i vigili del fuoco. Giunti immediatamente sul posto, i pompieri sono riusciti ad entrare in casa e a domare le fiamme che erano divampate nel reparto giorno situato al piano terra. La casa aveva le finestre chiuse e la mancanza di ossigeno ha evitato che l’incendio potesse propagarsi pericolosamente verso le altre abitazioni adiacenti. I vigili del fuoco, dopo essersi aperti un varco tra le fiamme, hanno raggiunto il piano superiore ed è lì che hanno trovato il corpo del 57enne riverso a terra. Con non poche difficoltà sono riusciti a trasportarlo fuori dall’immobile e affidarlo ai sanitari del 118 e della Croce Verde di Fermo. Inutili i tentativi di rianimarlo, poco dopo il 57enne è spirato molto probabilmente a causa dell’enorme quantità di fumi tossici inalati nel periodo in cui è rimasto incosciente. L’uomo che stava dormendo, deve essersi svegliato deve aver tentato di uscire, ma ha perso i sensi prima di riuscirci.

Sul corpo del 57enne non sono state trovate tracce evidenti di bruciature. A stabilire le cause certe del decesso, però, sarà l’autopsia disposta dalla Procura di Fermo sulla salma. Sull’episodio indaga la polizia, sul posto anche con gli specialisti della Scientifica. Sul luogo dell’incendio è intervenuta anche la polizia municipale per impartire direttive sul traffico e per chiudere la strada allo scopo di facilitare i soccorsi. A provocare il rogo potrebbe essere stato un mozzicone di sigaretta non spento bene o un cortocircuito elettrico nella zona della sala da pranzo da dove è partito il rogo.

Baldoni, ex imprenditore e figlio di una famiglia molto conosciuta anche per il ruolo di primo piano nella storia della famosa azienda produttrice di abbigliamento casual, si era trasferito definitivamente a Fermo da alcuni anni. In passato aveva già frequentato la città per i periodi estivi e per qualche vacanza. In zona lo conoscevano tutti perché frequentava il bar, ritrovo della gente del quartiere. Tutti, a Fermo, lo ricordano come una persona gioviale e sempre sorridente. Spesso lo si vedeva pedalare per le vie della città con la sua bicicletta elettrica, che utilizzava come terapia riabilitativa dopo aver subito un intervento.
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?